Roma, IT

29.94°C
Clear Sky Humidity: 45%
Wind: N at 2.06 METER/SEC
Giovedi
20.79°C / 32.58°C
Venerdi
20.44°C / 32.36°C
Sabato
21.19°C / 30.61°C
Domenica
19.85°C / 33.25°C
Lunedi
22.03°C / 32.03°C
Martedi
22.55°C / 34.43°C
Mercoledi
24.49°C / 35.68°C
TPad: Il futuro del rilievo topografico con GNSS è qui

TPad: Il futuro del rilievo topografico con GNSS è qui

“Il rilievo topografico è un’operazione piuttosto facile per un topografo!” Detto a parole può sembrare un lavoro piuttosto semplice ma la realtà dei fatti è ben diversa, e molti professionisti del settore lo possono confermare! Oltre al tempo da dedicare alle operazioni comuni, come il montaggio della strumentazione e il rilievo in sé, ci sono da considerare anche i problemi che si possono verificare in corso d’opera, la connessione tentennante dell’antenna alla rete, se si lavora, ad esempio, con il solo Rover e il corretto funzionamento degli strumenti.

Avere un buon GPS è sicuramente la base di partenza per effettuare un rilievo topografico ad-hoc ma il vero protagonista nei rilievi, oltre al topografo, è l’applicativo utilizzato per il rilievo/tracciamento dei punti.

Stonex, Emlid, Tersus, Geomax, Kolida; non importa quale sia la marca del GPS, chi fa la differenza è l’applicazione da campo che si utilizza.

Avere piena libertà nella gestione delle operazioni permette al topografo, di avere tutto sotto controllo e al GPS, di diventare un potente strumento di rilievo.

TPad è un applicativo topografico per Android, capace di adattarsi ai dispositivi GNSS con protocollo NMEA, garantendo massima precisione nei rilievi. È possibile, infatti, gestire strumenti topografici di marche diverse tramite connessione WiFi e Bluetooth.

Finalmente è possibile dire addio ai vecchi palmari, ai tablet Windows, ai software obsoleti e complicatissimi! Con TPad, tutto quello di cui si ha bisogno, lo si trova direttamente sul proprio cellulare o tablet.

Dotato di tantissime funzionalità, TPad regala forti emozioni!

Il tecnico può organizzare i propri rilievi topografici fin nei minimi dettagli:

  • Grazie al CAD Topografico, con funzioni di Disegno, Zoom, Snaps, Layer, gestire un progetto di rilievo sarà semplicissimo, perché il suo funzionamento è proprio come quello dei CAD da ufficio.
  • Gestione di Mappe da satellite (Google) o catastali (WMS) con comandi dedicati come Sovrapposizione delle stesse e trasparenze
  • La gestione completa dei layer, con nome, colore, visibilità, acceso o spento, garantisce un’ottima base di partenza per perfezionare il proprio lavoro.
  • Gli Snap topografici permettono di avere una precisione al millimetro nella fase di rilievo e riordino dei punti, in maniera semplice e veloce.
  • Le funzioni di zoom, ormai presenti in tutti le tipologie e marche di CAD, aiutano la visualizzazione delle entità presenti nel piano di lavoro; in particolare, lo “zoom su punto topografico” permette al tecnico di visualizzare uno specifico punto del rilievo;
  • Oltre a disegnare punti, linee, polilinee, archi e cerchi, è possibile semplificare i rilievi più complessi arricchendoli con delle annotazioni;
  • Il pannello dei Sistemi di riferimento garantisce il controllo completo degli stessi; inoltre, si può attivare o disattivare il comando “Rototraslazione” che, in caso di un sistema Base-Rover, aiuta il tecnico ad orientarsi e tracciare nuovi punti a partire da quelli già noti.

Progettato su misura del topografo, ad ogni punto inserito, è possibile associare codici e descrizioni, fotografie o addirittura video; in questo modo, si è sicuri di non dimenticare niente anche se si elabora il rilievo dopo tanto tempo.

Nel caso in cui il punto da rilevare fosse uno spigolo di fabbricato o un punto nascosto, utilizzando il comando “Punto per intersezione”, TPad potrà calcolare l’esatta posizione del punto grazie alla classica intersezione in avanti (mediante due ausiliari).

Nella funzione “rilievo continuo”, dopo aver deciso se i punti dovranno essere presi ad intervalli di tempo o distanza, si dovrà decidere solo quale mezzo utilizzare per spostarsi lungo la zona oggetto del rilievo ed il gioco è fatto!

TPad è sempre connesso alle mappe di Google e ai server WMS del Catasto. Ogni tecnico potrà sovrapporre al proprio rilievo, tutte le mappe che desidera, trovare i Punti fiduciali, raggiungerli e scaricarne le monografie.

Per il calcolo di nuovi punti, è possibile utilizzare le funzioni CoGo. TPad, infatti, ricava nuovi punti a partire da quelli già noti, inserendo le misure manualmente o con l’ausilio di un disto Bluetooth.

Inoltre, è possibile ricavare la differenza di quota di due punti con la funzione “Dislivello tra due punti”.

Ma non è finita qui!

Con questa fantastica applicazione topografica, è possibile esplorare il rilievo in Google Earth direttamente sul proprio cellulare o tablet. Un’avventura con prospettiva a 360° per un rilievo da Guinness mondiale!

Nel rapporto di tracciamento, è possibile visualizzare la lista dei punti battuti e analizzare le caratteristiche e i dettagli, per avere uno storico del rilievo, in qualsiasi momento.

TPad ha una semplicità di utilizzo e un orientamento al risparmio di tempo sul campo.

Gli sviluppatori sono sempre a lavoro per garantire, ai propri clienti, un’app migliorata e sempre aggiornata.

Topografo esperto o primo rilievo GPS? Non ha importanza!

Pensato per agevolare in toto il lavoro del tecnico, TPad sarà sempre un ottimo alleato ed un fedele compagno.

Per scoprire tutte le funzionalità su TPad, visita il sito Strumenti Topografici a questo link (https://www.strumentitopografici.it/tpad/).

È possibile provare l’app topografica, scaricandola gratis da Google Play Store su un cellulare o tablet Android.

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/ky6uh

Image

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione mediaGEO società cooperativa
Via Palestro, 95 00185 Roma.
P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 Email: info@mediageo.it
www.mediageo.it
Testata telematica registrata al
Tribunale di Roma
n° 231/2009 del 26-6-2009.