Roma, IT

29.94°C
Clear Sky Humidity: 45%
Wind: N at 2.06 METER/SEC
Giovedi
20.79°C / 32.58°C
Venerdi
20.44°C / 32.36°C
Sabato
21.19°C / 30.61°C
Domenica
19.85°C / 33.25°C
Lunedi
22.03°C / 32.03°C
Martedi
22.55°C / 34.43°C
Mercoledi
24.49°C / 35.68°C
App per la raccolta dati e rilievo sul campo: il tuo GIS in tasca

App per la raccolta dati e rilievo sul campo: il tuo GIS in tasca

Il rilievo in campo e il dialogo con le basi di dati cartografiche e alfanumeriche, attraverso app su devices come smartphone e tablet, è una delle caratteristiche sempre più richieste nella pipeline della gestione dei dati territoriali e non.
Due applicazioni molto potenti che negli ultimi anni si sono differenziate in ambito Open Source sono QField e Input. Entrambe sono basate su QGIS. Qfield è disponibile per Android (la versione per iOS esiste in versione beta, quindi ancora in fase di testing), Input invece è attualmente disponibile per Andorid e iOS.

Per entrambe le applicazioni, la progettazione della campagna di rilievo parte dall’ufficio e dal setup del progetto QGIS. Per facilitare il rilievo è possibile utilizzare i widgets e gli attribute forms che mette a disposizione QGIS.

Entrambe le app permettono di lavorare offline e online. La differenza maggiore, al momento, sta nel meccanismo di trasferimento e sincronizzazione dei dati tra progetto QGIS (su desktop) e device (smartphone/tablet).

QField richiede all’utente di scegliere a priori la modalità di lavoro, online o offline; nel primo caso è possibile popolare o modificare la base di dati sottostante solamente qualora si lavori con un database (es. PostgreSQL/PostGIS). Se si sceglie la modalità di lavoro offline invece, in seguito al rilievo sarà possibile importare i dati dallo smartphone al progetto desktop attraverso un plugin QGIS.

Per quanto riguarda la sincronizzazione in cloud e la possibilità, quindi, di lavorare ad un rilievo in team, esiste una versione di QField Cloud, che è attualmente in versione testing.

Se vi interessa questo argomento potete approfondire con il seguente webinar organizzato dalla comunità di QGIS:

https://www.youtube.com/watch?v=h58EzJR7XwI&t=5s

per quanto riguarda la sincronizzazione dati in Input invece si può utilizzare una piattaforma o il plugin QGIS che ha lo stesso nome, Mergin.

Questo è un servizio cloud offerto da Lutra consulting (l’azienda che ha sviluppato l’applicazione) che concede un account gratuito con 100 MB di spazio. Una volta eseguito il login con le credenziali personali si può entrare nella piattaforma, scegliere QGIS come data provider e sincronizzare il proprio progetto. In questo modo Mergin sarà il tramite tra il progetto QGIS desktop e il device con cui si esegue il rilievo, dal momento che l’app sul device dovrà solamente sincronizzare a sua volta il progetto presente sull’account su cui si è fatto l’accesso.

Un’interessante applicazione con spiegazione da parte degli sviluppatori dell’app è disponibile qui:

https://www.youtube.com/watch?v=UT5xcvcNQR0&t=1859s

QField e Input stanno conoscendo un veloce sviluppo, quindi nuove funzionalità vengono integrate giornalmente: sia gli sviluppatori che la community sono molto attivi.

Gter utilizza entrambe queste soluzioni e offre supporto ai propri clienti che hanno necessità di organizzare le loro campagne di rilievo e di gestire l’integrazione con le basi di dati, se vuoi saperne di più o ritieni di avere un caso interessante, contattaci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/ky63k

Image

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione mediaGEO società cooperativa
Via Palestro, 95 00185 Roma.
P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 Email: info@mediageo.it
www.mediageo.it
Testata telematica registrata al
Tribunale di Roma
n° 231/2009 del 26-6-2009.