Roma, IT

10.77°C
Clear Sky Humidity: 61%
Wind: WNW at 0.89 METER/SEC
Lunedi
2.48°C / 11.51°C
Martedi
4.61°C / 10.54°C
Mercoledi
2.41°C / 10.83°C
Giovedi
3.36°C / 11.66°C
Venerdi
5.71°C / 9.87°C
Sabato
4.56°C / 12.17°C
Domenica
2.8°C / 10.43°C

I sismometri Nanometrics per l’Einstein Telescope

L’Einstein Telescope (ET) sarà il più sensibile e grande telescopio per onde gravitazionali mai realizzato. Una delle aree papabili per la sua costruzione è in Sardegna; l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare ha scelto i sismometri e digitalizzatori Nanometrics per caratterizzare il sito e verificare la sua adeguatezza all’enorme progetto. Ci sono due siti candidati ad ospitare il rivelatore: Sos Enattos in Sardegna e Terziet ai confini tra Germania, Olanda e Belgio.

Il MIUR, la Regione Sardegna, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e l’Università di Sassari vogliono l’insediamento del Centro europeo per l’Osservatorio delle onde gravitazionali Einstein Telescope in Sardegna, anche per entrare nella lista degli istituti di ricerca riconosciuti a livello europeo.

Il progetto prevede la costruzione di un osservatorio sotterraneo che ospiterà 6 interferometri laser in profondità (100-300m) al fine di ridurre il rumore sismico e antropico.

Già nel 2013 Sos Enattos aveva dimostrato un interessante basso livello di rumore sismico. Un sismometro triassiale Nanometrics Trillium240 fu installato nel sottosuolo e registrò per un intero anno la stabilità sismica e idrogeologica del sito.

Ora, ancora, tra le operazioni propedeutiche alla candidatura del sito sardo c’è la necessità di misurare il rumore sismico, sia in superficie che in profondità. Verranno quindi installati, a circa 250 m dal piano campagna, due sismometri Nanometrics Trillium 120 Slim Borehole e la relativa strumentazione di superficie, nella posizione prevista per due vertici dell’Einstein Telescope. Obiettivi: la misura del rumore sismico e informazioni preliminari sulla qualità dell’ammasso roccioso che ospiterà le opere sotterranee.

Nanometrics, marchio canadese che da oltre 35 anni rappresenta un’eccellenza mondiale nel campo della sismologia, costruisce sismometri e digitalizzatori adatti a caratterizzare il rumore di fondo della terra e registrare eventi in pressoché ogni condizione ambientale. Il processo manufatturiero di Nanometrics di altissima qualità garantisce che ogni strumento di una determinata serie sia identico ad un altro, escludendo la necessità di applicare costanti di calibrazione e facilitando di fatto la vita del cliente in fase di post-elaborazione.

Del resto, Nanometrics era stata scelta anche per il progetto EGO-Virgo che rilevò la prima onda gravitazionale, e per testare i sistemi spediti su Marte.

Per approfondire:

scheda tecnica sismometri Trillium 120 BH: https://www.nanometrics.ca/products/seismometers/trillium-120-borehole

articolo divulgativo Geomedia: https://rivistageomedia.it/2021070717401/Terra-e-Spazio/l-einstein-telescope-entra-nella-roadmap-europea-delle-grandi-infrastrutture-di-ricerca

articolo divulgativo Wired: https://www.wired.it/scienza/lab/2021/07/10/telescopio-einstein-rivelatore-onde-gravitazionali-universo

sito Einstein Telescope: http://www.et-gw.eu/index.php

poster caratterizzazione dei siti candidati: https://www.igeaspa.it/resources/cms/documents/ET_SosEnattos.pdf

***

Chi è Codevintec?

Codevintec è riferimento per strumenti ad alta tecnologia nelle Scienze della Terra e del Mare:

  • Geofisica terrestre e Studio del sottosuolo
  • Vulcanologia e Monitoraggio sismico
  • Geofisica Marina e Rappresentazione dei fondali e delle coste

 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kyufh

Image

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione mediaGEO società cooperativa
Via Palestro, 95 00185 Roma.
P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 Email: info@mediageo.it
www.mediageo.it
Testata telematica registrata al
Tribunale di Roma
n° 231/2009 del 26-6-2009.