itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

CHC Navigation Apache, una completa famiglia di droni per rilievi idrografici

Con l’introduzione dell’Apache 4 CHC Navigation ha rinnovato e completato la famiglia di droni USV (Unmanned Surface Vessel) per rilievi idrografici, famiglia che ora comprende 3 modelli:

◼ APACHE 3: dotato di ecoscandaglio single beam D230, IMU, GNSS a doppia antenna, radio UHF e modem GPRS, APACHE 3 è portatile, compatto e facile da utilizzare. Il set comprende il controller ed il software Hydro Survey. APACHE 3 può essere utilizzato anche per trasportare il misuratore di qualità dell'acqua AP-2000.

◼ APACHE 6 è il drone di dimensioni maggiori che può montare diversi sensori quali ecoscandagli multibeam (Norbit IWBMSe, IWBMS, IWBMSh-STX), un sistema di scansione iLidar per il rilievo combinato 3D batimetrico e terrestre, videocamera HD sonar a scansione laterale, ADCP e misuratori per la qualità dell'acqua.

◼ APACHE 4, con un payload di oltre 30Kg, oltre al D320 e alla videocamera HD, è dotato di un vano riservato al montaggio di ADCP (Acoustic Doppler Current Profiler - Profilatore di corrente a effetto Doppler, sistema sonar che misura le velocità delle correnti d'acqua). .La sua funzione principale è quella di fornire una completa soluzione operativa con un imbarcazione a pescaggio ridotto, un'elevata precisione di navigazione e un posizionamento stazionario stabile per gli idrologi durante la misurazione della velocità del flusso e della portata lungo una sezione.

Quindi, mentre Apache 3 e 6 sono dedicati principalmente al rilievo idrografico 3D, Apache 4 è un drone che supporta un'ampia varietà di sistemi ADCP disponibili sul mercato, come CHCNAV RCP-1200, RTI RTDP 1200, Sontek M9, RD Instrument RiverPro e RiverRay.

L'APACHE 4 è la soluzione perfetta per ottenere dati di misurazioni di portata e velocità in acque dove l'accesso delle imbarcazioni con equipaggio è difficile, come in prossimità di una diga, o dove la sicurezza è un problema, come durante le misurazioni del livello di piena.

Mentre il sistema ADCP misura il flusso delle correnti d’acqua, l’ecoscandaglio D230 monitora autonomamente la profondità per prevedere in anticipo eventuali insabbiamenti su bassi fondali; inoltre i dati batimetrici possono essere utilizzati per misurare contemporaneamente la velocità di flusso della sezione del fiume e della sezione del fondale.

APACHE 4 offre due opzioni per la trasmissione dei dati: radiomodem UHF a 5,0 GHz e comunicazione Internet 4G. La distanza di trasmissione dei dati con UHF è fino a 2 km mentre per il 4G è ovviamente illimitata. Entrambe le modalità di comunicazione possono trasmettere le informazioni di controllo USV, l'ADCP e i dati dell'ecoscandaglio.

Il sistema di controllo della navigazione consente ad APACHE 4 di navigare dritto lungo sezioni mantenendo la rotta anche al variare della portata, della turbolenza, ecc.

La tecnologia ‘hovering’ (stazionamento in un punto con misura del flusso) permette ad APACHE 4 di stazionare e mantenere la posizione, migliorando così l'accuratezza della stima del flusso.

 

Posizionamento preciso con GNSS+IMU

APACHE 4 garantisce posizioni e rotta stabili e segue fedelmente i percorsi prestabiliti. Il preciso sensore IMU garantisce la disponibilità dei dati di posizione anche durante la momentanea perdita del segnale GNSS. Il sistema radar previene incidenti contro ostacoli (p.es. pile dei ponti) e il feed video live garantiscono operazioni sicure in caso di perdita di visibilità o condizioni ambientali difficili.

Completamente autonomo, l'APACHE 4 viene manovrato in sicurezza dalla riva. La suite software AutoPlanner e HydroSurvey consentono all'operatore di definire l'intera missione, dall'area di rilievo all'esportazione dei risultati.

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kya4d

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

VidaLaser

Naviga per temi

INTERGEO topografia arcgis GTER gestione emergenze gps Toponomastica Harris nuvole di punti telerilevamento catasto BIM autodesk cosmo skymed rischio mappe storytelling ict territorio posizionamento satellitare intelligenza artificiale rilievo dati geografici technologyforall rndt aerofotogrammetria teorema FOIF INSPIRE ortofoto smart mobility cartografia scansione 3D asita geofisica mobile mapping lidar osservazione della terra top telespazio catasto europeo geologia metadati spazio meteorologia GNSS geomatica smart city drone faro cnr ISPRA flytop geolocalizzazione terra e spazio app modellazione 3d mobilita apr Digital Twins codevintec uav tecnologie avanzate beni culturali copernicus in cantiere uso del suolo terrelogiche geospatial autocad pianificazione energia urbanistica smartphone open geo data rilievo 3d internet of things satelliti open data servizi osservazionedella terra Epsilon Italia terremoto reti tecnologiche CAD trasporti formazione tecnologia misurazione sicurezza galileo 3D osservazione dell'universo monitoraggio satelitare oceanografia termografia vidalaser sentinel mare hexagon sar esa laser scanner esri italia openstreetmap asi realta aumentata infrastrutture topcon 3DTarget GIS archeologia realtà virtuale progettazione webGIS interferometria leica geosystems big data sinergis dissesto idrogeologico dati stazione totale leica droni protezione civile ingv digital geography coste cantiere fotogrammetria esri sensore planetek slam microgeo geomax trimble open source qgis utility scienze della terra Stonex agricoltura geoportale informazione geografica ricevitori monitoraggio remote sensing geodesia ambiente
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy