itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Il golfo di Martaban (Myanmar)

ESA - Immagine della settimana: Golfo di Martaban (11 luglio 2021)

Il golfo di Martaban è un braccio del Mar di Andaman, che si trova nel Myanmar meridionale: è mostrato in questa immagine in falsi colori catturata dalla missione Copernicus Sentinel-2. L’immagine è stata processata in modo tale da includere il canale del vicino-infrarosso, che fa apparire la vegetazione di colore rosso brillante.

Il golfo - chiamato anche Golfo di Mottama- in effetti prende il nome dal porto della città di Mottama, originariamente nota come Martaban. Il golfo di Martaban è considerato un sistema di estuario fangoso unico che ospita una grande varietà di flora e di fauna. Alimentato da sedimenti e nutrienti provenienti dai tre fiumi maggiori (Sittang, Salween e Yangon), il golfo fornisce sostegno a numerose specie inclusi pesci marini e 150 000 uccelli migratori, ma al contempo supporta il sostentamento per decine di migliaia di persone.

Una rilevante caratteristica del golfo è che presenta una costa dominata dalle meree, con escursioni mareali tra i sei ed i sette metri. La bocca del golfo, che è approssimativamente larga 100 km, si restringe in una baia a forma di imbuto che produce un potente fenomeno di marea, che può raggiungere altezze di oltre un metro nell’estuario superiore. Come risultato, le distese fangose di marea del golfo sono tra le più grandi al mondo.

Il fiume Sittang, visible nella parte destra dell’immagine, nasce presso Mandaly (Myanmar) e scorre verso sud per circa 420 km prima di sfociare nel golfo. Vegetazione molto densa si può osservare per il colore rosso brillante, in particolare sulla sinistra dell’immagine.

La distinguibile forma rettangolare , visibile nella metà alta dell’immagine, è parte dell’area protetta chiamata Moeyungyi Wetland Wildlife Sanctuary, designato Sito Ramsar di Importanza Internazionale. Il sito comprende diversi laghi artificiali e bacini (visibili in nero). Uno dei bacini d’acqua appare di colore blu chiaro, molto probabilmente a causa della eutrofizzazione, della sovrabbondanza di alghe, del fosforo e di altri nutrienti per piante.

La città di Yangonè visibile in basso a sinistra nell’immagine, alla convergenza dei fiumi Yangon e Bago. Con oltre sette milioni di persone, Yangon è la più popolosa città del Myanmar e costituisce il suo più importante centro per il commercio.La città ha assunto il ruolo di capitale della nazione fino al 2006.

Sentinel-2 è una missione a due satelliti che ha il compito di fornire la copertura e la distribuzione dei dati necessari per il programma europeo Copernicus. I frequenti passaggi della missione sulla stessa area e l’alta risoluzione spaziale permettono un monitoraggio accurato dei bacini idrici.

Scarica immagine MediumRes (12,56 MB - .JPG)

Scarica immagine HighRes (655,35 MB - .TIF)



---



Gulf of Martaban


The Gulf of Martaban, an arm of the Andaman Sea located in southern Myanmar, is featured in this false-colour image captured by the Copernicus Sentinel-2 mission. The image has been processed in a way that included the near-infrared channel – which makes vegetation appear bright red.

The gulf, also known as Gulf of Mottama, is named after the port city of Mottama, formerly known as Martaban. The Gulf of Martaban is considered a unique estuarine mudflat environment that is home to a great variety of flora and fauna. Fed by sediment and nutrients from three major rivers (Sittang, Salween and Yangon), the gulf supports a number of species including marine fish, 150 000 migratory birds as well as supporting the livelihood of tens of thousands of people.

A notable characteristic of the gulf is that it has a tide-dominated coastline, with tidal ranges between six and seven metres. The mouth of the gulf, which is approximately 100 km wide, narrows into a funnel-shaped bay to produce a powerful tidal bore phenomenon that can reach heights of over a metre in the upper estuary. As a result, the tidal mudflats of the gulf are among the largest in the world.

The Sittang River, visible in the right side of the image, originates near Mandalay, Myanmar, and flows southward for around 420 km before emptying into the gulf. Dense vegetation can be seen in bright red, particularly in the left of the image.

The distinct rectangular shape, visible in the upper half of the image, is part of the Moeyungyi Wetland Wildlife Sanctuary, a designated Ramsar Site of International Importance. The site encompasses several artificial lakes and bodies (visible in black). One of the bodies of water appears in light blue most likely owing to eutrophication – the overabundance of algae, phosphorus and other plant nutrients.

The city of Yangon is visible in the bottom-left of the image, at the convergence of the Yangon and Bago Rivers. With over seven million people, Yangon is Myanmar's most populous city and its most important commercial centre. The city served as the country’s capital until 2006.

Sentinel-2 is a two-satellite mission to supply the coverage and data delivery needed for Europe’s Copernicus programme. The mission’s frequent revisits over the same area and high spatial resolution allow changes in water bodies to be closely monitored.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Gulf of Martaban". Traduzione: Gianluca Pititto)

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kyaw3

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2
VidaLaser

Naviga per temi

ambiente interferometria dati geografici asita osservazione dell'universo Digital Twins meteorologia open source modellazione 3d energia telerilevamento infrastrutture Stonex uso del suolo in cantiere tecnologie avanzate microgeo tecnologia qgis geolocalizzazione sar esri internet of things monitoraggio satelitare ISPRA sicurezza catasto geospatial geologia leica osservazionedella terra terremoto flytop spazio ict posizionamento satellitare realtà virtuale CAD lidar esri italia top GNSS beni culturali webGIS dati topografia Toponomastica geomax cnr open data terra e spazio informazione geografica geofisica rilievo trasporti rischio rndt oceanografia codevintec dissesto idrogeologico drone fotogrammetria trimble sensore coste leica geosystems slam hexagon uav protezione civile autocad INTERGEO ricevitori terrelogiche galileo asi agricoltura pianificazione realta aumentata cartografia scansione 3D rilievo 3d aerofotogrammetria esa sentinel digital geography archeologia servizi gps 3D mare progettazione misurazione mobile mapping utility geoportale mobilita storytelling sinergis Harris territorio faro intelligenza artificiale open geo data autodesk remote sensing catasto europeo cosmo skymed ortofoto planetek nuvole di punti monitoraggio urbanistica mappe droni technologyforall app GIS reti tecnologiche FOIF 3DTarget openstreetmap stazione totale telespazio vidalaser osservazione della terra scienze della terra GTER BIM teorema topcon satelliti metadati apr ingv arcgis geomatica termografia copernicus smart mobility Epsilon Italia gestione emergenze big data geodesia smartphone cantiere laser scanner INSPIRE formazione smart city
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy