Trinity F90+. Il Drone ad Ala Fissa per il rilievo topografico.

Stampa

Da qualche anno ormai i droni sono entrati a pieno titolo nell’elenco degli strumenti utilizzati per i lavori topografici. I rilievi aerei hanno una storia che precede di molto l’avvento dei droni commerciali, questo perché, non solo accelerano i tempi del lavoro, ma, in molti casi raccolgono i dati con maggiore precisione e lo fanno in modo sicuro ed economico.

Anche per i droni, così come per qualsiasi strumento di lavoro, non esiste un unicum, ecco perché prima di acquistarne uno è importante capire che tipologie di lavoro bisognerà effettuare.

I droni più utilizzati sono senza dubbio i multirotore, in particolare i quadricotteri che, grazie al basso costo, hanno contribuito alla diffusione dei SAPR nei rilievi topografici.

Questi droni sono super efficienti per rilievi di modeste entità ma potrebbero rivelarsi poco utili rispetto a rilievi di medie-grandi proporzioni a causa, soprattutto, della scarsa durata delle batterie.

La soluzione in questi casi è rappresentata dai droni ad Ala fissa che, grazie alla loro conformazione, riescono a restare più tempo in aria senza richiedere un alto consumo energetico.

Di solito la pecca di questi strumenti risiede nel fatto che l’atterraggio e il decollo risultano rischiosi, limite che però è stato abbondantemente superato dai droni VTOL, capaci di decollare e atterrare verticalmente come i comuni multirotori.


Un fantastico esempio di drone VTOL è Trinity F90+, fornito con il software per la pianificazione di volo QBase e con una stazione di riferimento GNSS iBase.

Trinity F90+ è un drone ad ala fissa estremamente versatile perché consente di scegliere tra una vasta gamma di sensori a seconda delle esigenze. Cambiando semplicemente il payload sarà possibile utilizzarlo per: fotogrammetria, Termografia, Agricoltura, Ispezioni, etc.

Ecco alcune delle caratteristiche più amate di Trinity F90+:

Scopri di più a questo link oppure richiedi maggiori informazioni chiamando il numero 0825/1912258 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche