Open Innovation Challenge: Intelligenza Artificiale per satelliti autonomi

Stampa

La sfida, lanciata attraverso Lazio Innova, ricerca soluzioni innovative che prevedano l'utilizzo di Intelligenza Artificiale (AI) a bordo dei satelliti. In palio 15 mila euro e servizi specialistici per startup, team imprenditoriali e spin off. La Regione Lazio, tramite Lazio Innova, lancia con Thales Alenia Space Italia “AUTONOMOUS SATELLITE”, una Open Innovation Challenge per selezionare soluzioni innovative in ambito Intelligenza Artificiale (AI) a bordo dei Satelliti.

Nel Lazio il settore aerospaziale ricopre un ruolo strategico, con eccellenze nella ricerca e nella leadership industriale, sia a livello nazionale che internazionale.

Thales Alenia Space Italia, joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%), è tra i leader nel settore spaziale. Da oltre quarant’anni fornisce infatti soluzioni ad alta tecnologia per telecomunicazioni, navigazione, osservazione della terra, gestione ambientale, ricerca scientifica e infrastrutture orbitali.

L’iniziativa rientra nell’ambito di un accordo siglato da Lazio Innova con Thales Alenia Space per sviluppare azioni e programmi che rientrano negli obiettivi della Smart Specialisation Strategy regionale, di cui l’Aerospazio è una delle sette aree individuate come pilastri dell’innovazione.

Attraverso la collaborazione con un partner industriale leader di settore, la sfida rafforza ulteriormente l’impegno della Regione Lazio nel favorire lo sviluppo di startup nell’ambito della Space Economy attraverso il programma ESA Business Incubation Centre Lazio (ESA BIC Lazio), unico in Italia, in partnership con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

Il focus della challenge è lo sviluppo di applicazioni di Intelligenza Artificiale (machine learning, deep learning, ecc.) che consentano di incrementare l’autonomia per l’attività di monitoraggio, rilevamento, processing e trasferimento dati in satelliti per l’osservazione della Terra.

Tra gli obiettivi, la realizzazione di soluzioni innovative in grado di consentire ai satelliti un maggiore controllo a bordo, per aggirare le difficoltà di comunicazione con la Terra e ridurre la necessità di una supervisione continua e di interventi da remoto.

La call si rivolge a:

Sarà possibile candidarsi fino alle ore 23.59 del 18 dicembre 2020.

Una giuria formata da rappresentati di Lazio Innova e di Thales Alenia Space Italia selezionerà 6 team che accederanno ad un percorso gratuito di mentorship per la definizione e validazione dei modelli di business.

Al termine, il vincitore della challenge sì aggiudicherà un premio in denaro del valore di 10mila euro e servizi specialistici messo in palio da Lazio Innova. Al secondo e terzo classificato, servizi specialistici per lo sviluppo del proprio business.

Thales Alenia Space Italia assegnerà al primo classificato un ulteriore premio di 5mila euro o un contratto di uguale valore, per prototipare la soluzione presentata. Per i primi tre classificati Thales Alenia Space offrirà inoltre la possibilità di sperimentare la soluzione proposta presso il proprio FabLab e di essere inserite nel database del Gruppo per il monitoraggio delle startup innovative.

Per approfondire gli aspetti tecnici della call e rispondere ad eventuali domande, Lazio Innova e Thales Alenia Space Italia organizzano 3 appuntamenti in modalità on line:


Venerdì 20 novembre alle ore 16.00:

Per iscriverti clicca QUI


Giovedì 26 novembre ore 12.00:

Per iscriverti clicca QUI


giovedì 3 dicembre ore 16.00:

Per iscriverti clicca QUI


Per partecipare alla challenge ed avere maggiori informazioni: www.lazioinnova.grownnectia.eu/challenge-thalesalenia/


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche