Roma, IT

29.94°C
Clear Sky Humidity: 45%
Wind: N at 2.06 METER/SEC
Giovedi
20.79°C / 32.58°C
Venerdi
20.44°C / 32.36°C
Sabato
21.19°C / 30.61°C
Domenica
19.85°C / 33.25°C
Lunedi
22.03°C / 32.03°C
Martedi
22.55°C / 34.43°C
Mercoledi
24.49°C / 35.68°C
Skylark, nuovi satelliti per l'Osservazione dello Spazio

Skylark, nuovi satelliti per l'Osservazione dello Spazio

Se da un lato i satelliti consentono l'osservazione della Terra per il suo monitoraggio, come ad esempio gli eventi catastrofici o il consumo di suolo o per il posizionamento, dall'altra bisogna pensare all'impatto relativo al congestionamento di quello che viene definito il "near space", in quanto ora è necessario avviare anche un monitoraggio dello Spazio.  L'orbita terrestre sta diventando terribilmente congestionata e questo crea problemi ovviamente immaginabili per evitare l'impatto con tutti questi corpi, specialmente per i razzi che devono uscire dal nostro pianeta. La grande preoccupazione è che i corpi più grandi di questa spazzatura spaziale possono rompersi e generare migliaia di detriti arrivando a generare la cosiddetta "Space Junk". L'assurdo è che per combattere questo problema siamo costretti ad immettere in orbita altri satelliti.


Thales Alenia Space ha avviato lo sviluppo e la produzione dei primi tre satelliti miniaturizzati (smallsat) che faranno parte del primo e più avanzato sistema satellitare al mondo per il monitoraggio dello spazio più vicino all'ambiente terrestre.
Il sistema spaziale Skylark genererà dati per creare servizi a valore aggiunto per la Space Situational Awareness (sorveglianza e monitoraggio dello spazio).
La capacità di osservare, comprendere e mappare il posizionamento degli oggetti creati dall’uomo in orbita intorno alla Terra (allo stato attuale sono presenti oltre seicentomila oggetti nell’orbita terrestre bassa con miliardi di elementi spaziali a rischio collisione) sta diventando una vera preoccupazione per tutti i proprietari e gli operatori di satelliti governativi e privati. Il tracciamento degli oggetti spaziali attraverso sensori ottici migliorerà e completerà i sistemi esistenti. Grazie a un’osservazione dello spazio dalle prospettive multiple, i satelliti Skylark miglioreranno in modo significativo il tracciamento degli oggetti, il numero dei detriti individuati e la capacità di predire potenziali collisioni.

(Fonte Thales Alenia Space)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kydxf

Image

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione mediaGEO società cooperativa
Via Palestro, 95 00185 Roma.
P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 Email: info@mediageo.it
www.mediageo.it
Testata telematica registrata al
Tribunale di Roma
n° 231/2009 del 26-6-2009.