itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

Prima Giornata dello Speciale Esri User Conference

Si è tenuta oggi la prima giornata dello Speciale Esri User Conference, una diretta streaming organizzata dalla Esri Italia e presentata dal giornalista Emilio Albertario, per rivedere e commentare la prima giornata della Esri User Conference a Redlands, in California, anch’essa in diretta streaming mondiale dalle ore 10.00 in California (19.00 secondo il fuso orario italiano). Sia Bruno Ratti, presidente della Esri Italia, che Jack Dangermond, presidente della Esri USA, hanno tenuto a sottolineare nei loro saluti iniziali come le difficoltà di quest’anno abbiano portato la Esri a rivedere il proprio convegno annuale in una modalità che, alla fine, si può dire sia di quanto più somigliante alle sue stesse finalità: connettere territori e persone tramite la tecnologia. Bruno Ratti ha, in particolare, specificato come la Esri sia un “sistema nervoso” che connette il paese nei suoi diversi aspetti, dall’economia, alla cultura, alla sanità.

 A seguire i saluti, la prima parte dello Speciale è stata dedicata alla visione della riunione plenaria della Esri della giornata precedente. Nel corso delle plenaria sono state presentate le numerose utilità del GIS e le innovazioni con cui la Esri cerca di migliorare questo strumento. Da citare, l’AppStudio di ArcGIS che è stata recentemente messa a disposizione di tutti gli utenti, e il Suitability Modeler (per ArcGIS Pro), che permette di analizzare e individuare dove un determinato evento può verificarsi in un dato territorio, ad esempio dove la coltivazione di caffè può prosperare all’interno  di un’isola.  

Il leitmotiv principale di questa prima presentazione è l’avvicinare il mondo del GIS ad utenti non specialisti, come dimostra anche il fatto che abbiano notevolmente semplificato l’Online Map Viewer su ArcGIS, offrendo una palette di colori più ricca per permettere una visualizzazione migliore dei dati. Questo è decisamente un ottimo trend in ragione del fatto che, per quanto gli esperti possano modificare, evolvere o creare strumenti sempre migliori, alla fine il GIS si basa sul territorio e sui dati offerti dalla società e dalla vita quotidiana, per cui c’è avrà sempre bisogno di quest’ultima per crescere.

La seconda parte dello Speciale Esri User Conference ha invece visto una serie di interviste, condotte da Emilio Albertario, in collegamento con esperti che lavorano con ArcGIS e collaborano con la Esri Italia da anni. La prima è stata Marcella Faraone, Responsabile della ricerca per le nuove tecnologie e delle innovazioni dei flussi di lavoro con BIM e GIS di FS Technology, che ha mostrato come si stia sviluppando la consapevolezza del GIS quale elemento utile in tutte le fasi del lavoro, dalla progettazione alla costruzione, e di come in futuro si possa allargare ad utenti non specialisti. Come secondo intervento, si è collegato Stefano Brigaglia, di JAKALA spa, trattando dei pregi e le sfide con cui la Esri si impone sul mercato. A seguire è stato intervistato Sergio Pirozzi, ex-sindaco di Amatrice e ora consigliere della Regione Lazio, che ha illustrato come l’utilizzo del GIS permetta di gestire meglio le risorse del territorio, intervenendo laddove necessario e in un’ottica di prevenzione.

Nel complesso dei collegamenti molto apprezzati, poiché si è trattato di un modo con cui poter avvicinare il pubblico italiano al mondo del GIS e far capire quanto esso stia diventando fondamentale nella realtà di tutti i giorni.

La terza parte è stata dedicata al GeObservatory, con la presentazione del progetto vincitore del “FormaMentis InnovACTION Award Ricostruiamo Amatrice”, il concorso che ha coinvolto 70 studenti da 34 scuole di tutta Italia. La studentessa Francesca Di Minni, componente del gruppo vincitore, ha illustrato le diverse idee che lei e i suoi compagni hanno sviluppato, tramite gli strumenti di ArcGIS, per ricostruire Piazza Brigata Julia ad Amatrice: da un cafè letterario autosufficiente a livello energetico, a un’area relax per la popolazione, ad arredi urbani ecologici come delle piccole pale eoliche. Augurandosi di poter presto presentare il progetto esecutivo.

Con i saluti finali, l'AD di Esri Italia, Emilio Misuriello, ed Emilio Albertario hanno ricordato i temi di domani, tra cui il Covid-19 e le sfide che esso ha comportato.

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2
VidaLaser

Naviga per temi

GTER cartografia rndt catasto osservazione dell'universo tecnologia metadati terremoto rischio geomax planetek open data app realtà virtuale autocad scansione 3D ingv archeologia Stonex infrastrutture geolocalizzazione sicurezza big data geoportale webGIS ict reti tecnologiche servizi spazio droni esa faro geofisica esri progettazione territorio topografia geomatica intelligenza artificiale protezione civile mappe realta aumentata tecnologie avanzate smart city galileo smartphone urbanistica osservazione della terra satelliti dati geografici GNSS openstreetmap ISPRA slam topcon catasto europeo terrelogiche formazione trimble INSPIRE osservazionedella terra fotogrammetria internet of things telerilevamento trasporti hexagon sar interferometria informazione geografica technologyforall 3D qgis cantiere mare oceanografia INTERGEO rilievo 3d Toponomastica rilievo ricevitori vidalaser Harris dissesto idrogeologico leica geosystems sinergis termografia mobilita monitoraggio satelitare beni culturali apr monitoraggio telespazio lidar uso del suolo CAD remote sensing coste stazione totale misurazione posizionamento satellitare nuvole di punti asi open geo data top ambiente cnr BIM gps in cantiere uav teorema scienze della terra agricoltura terremoti codevintec leica gestione emergenze dati arcgis sensore terra e spazio microgeo mobile mapping aerofotogrammetria storytelling copernicus modellazione 3d pianificazione GIS geodesia sentinel FOIF utility open source autodesk digital geography laser scanner geologia ortofoto energia cosmo skymed flytop drone 3DTarget Epsilon Italia meteorologia asita geospatial esri italia smart mobility
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy