itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target
Area della regione di   Wheatbelt (Australia)

ESA - Immagine della settimana: Wheatbelt, Australia occidentale ( 12 aprile 2020)

Questa immagine Copernicus Sentinel-2 mostra un’area nella regione di Wheatbelt, nell’ Australia occidentale.

L’espressione ‘wheat belt’ (cintura di grano - NdT) fa riferimento alle aree agricole interne ad est ed a sud dell’Australia, note per la loro produzione di grano, che fu storicamente il principale prodotto agricolo dell’Australia agli inizi del suo sviluppo. Le aree del Wheatbelt di regola sono aride, fatto che rende l’agricoltura praticata qui largamente dipendente dalle piogge e dall’irrigazione.

Il Wheatbelt è una delle nove regioni dell’Australia occidentale ed è collocata nel settore sud-occidentale dello stato. Con una superficie di circa 160 000 kmq essa presenta una popolazione stimata di circa 75 000 residenti.

Questa immagine mostra una parte della regione che è molto arida ed è principalmente impiegata per produzione agricola. L’area è uno dei maggiori luoghi di produzione di grano, orzo e lana. Viene inoltre impiegata nell'industria del bestiame e nell’allevamento pastorale delle pecore, nonchè per attività di orticoltura.

I campi hanno un aspetto distintivo in questa scena e creano un mosaico colorato di forme geometriche. Questa immagine composita è stata creata dalla missione Copernicus Sentinel-2 utilizzando tre diverse acquisizioni realizzate nel canale dell’infrarosso vicino.

La prima immagine risale al 9 maggio 2019 ed è visibile in rosso. La seconda risale invece al 6 settembre 2019 e si presenta in verde. La terza è stata acquisita nel gennaio del 2020 e si può osservare in blu. Tutti gli altri colori osservabili nell’immagine derivano da differenti miscelazioni di rosso, verde e blu e variano seguendo lo stadio di crescita nel periodo di nove mesi.

In linea con i rapporti del Dipartimento delle Industrie Primarie e dello Sviluppo Regionale, il clima dell’Australia occidentale è cambiato nel corso delle ultime decadi, con riduzioni significative delle piogge durante la stagione della crescita. La variabilità del clima ed i cambiamenti dei modelli meteorologici influiscono fortemente sull’agricoltura, facendo aumentare il rischio nella produzione sia in relazione alle coltivazioni sia in relazione ai pascoli.

Grazie alla loro unica prospettiva spaziale i satelliti per l’osservazione della Terra svolgono un ruolo chiave nella mappatura e nel monitoraggio delle regioni coltivate. La missione Copernicus Sentinel-2 è specificatamente progettata per fornire immagini che possono essere impiegate per distinguere i differenti tipi di coltivazione e per acquisire dati su numerosi indici di vegetazione (come l’indice di area fogliare, oppure il contenuto di clorofilla e di acqua nelle foglie), informazioni che risultano essenziali per il monitoraggio accurato della crescita delle piante.

Scarica immagine MediumRes (23,59 MB - .JPG)

Scarica immagine HighRes (256,64 MB - .TIF)

 

---

 

Wheatbelt, Western Australia

 

This Copernicus Sentinel-2 image features an area in the Wheatbelt region of Western Australia.

The term ‘wheat belt’ refers to inland agricultural areas in eastern and southern Australia named for their production of wheat – which was the main agricultural product in the early history of Australia’s development.

Wheatbelt areas are usually arid, making agriculture largely reliant on rainfall and irrigation.

The Wheatbelt is one of the nine regions of Western Australia and lies in the southwest section of the state. Covering an area of around 160 000 sq km., the region only has an estimated population of around 75 000 residents.

This image shows a part of the region which is very arid and is used mainly for agricultural production. The area is a major producer of wheat, barley and wool. The area is also used for the livestock production and the pastoral sheep farming, as well as horticulture.

Fields have a distinctive appearance in this week’s image, creating a colourful patchwork of geometric shapes. This composite image was created by combining three separate images from the near-infrared channel from the Copernicus Sentinel-2 mission.

The first image, from 9 May 2019, is visible in red; the second from 6 September 2019, can be seen in green; and the third from January 2020 can be seen in blue. All other colours visible in the image are different mixtures of red, green and blue, and vary according to their stage of growth over the nine-month period.

According to reports from the Department of Primary Industries and Regional Development, Western Australia’s climate has changed over recent decades, with significant reductions in growing-season rainfall. Climate variability and changing weather patterns strongly affect agriculture – increasing production risk for crops and pastures.
Owing to their unique perspective from space, Earth observation satellites are key in mapping and monitoring croplands. The Copernicus Sentinel-2 mission is specifically designed to provide images that can be used to distinguish between different crop types as well as data on numerous plant indices, such as leaf area index, leaf chlorophyll content and leaf water content – all of which are essential to accurately monitor plant growth.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Wheatbelt, Western Australia". Traduzione: Gianluca Pititto)

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2

Naviga per temi

open data terremoto CAD GNSS ricevitori galileo reti tecnologiche progettazione scienze della terra top storytelling apr digital geography osservazione dell'universo protezione civile sar infrastrutture sicurezza geologia smart mobility autonomous vehicle mappe termografia nuvole di punti archeologia Stonex qgis INSPIRE stazione totale spazio eGEOS fotogrammetria agricoltura rndt rischio cartografia telerilevamento esri italia droni big data servizi dati sentinel gps mobilita GTER top world geomax drone misurazione laser scanner teorema cosmo skymed geoportale trimble smartphone pianificazione 3D tecnologia asi remote sensing in cantiere Epsilon Italia geodesia cantiere coste territorio Here codevintec rilievo 3d esri flytop formazione ambiente INTERGEO geospatial uso del suolo posizionamento satellitare arcgis smart city osservazione della terra terrelogiche webGIS cnr aerofotogrammetria utility trasporti monitoraggio microgeo ict faro leica geosystems energia monitoraggio satelitare ortofoto dissesto idrogeologico sinergis catasto europeo geolocalizzazione beni culturali internet of things esa mobile mapping rilievo dati geografici openstreetmap FOIF oceanografia Harris copernicus leica Toponomastica mare meteorologia app 3DTarget tecnologie avanzate urbanistica realta aumentata satelliti Bentley terremoti ISPRA metadati autocad planetek realtà virtuale open source uav intelligenza artificiale geomatica ingv asita autodesk geofisica BIM open geo data lidar terra e spazio technologyforall catasto sensore topcon modellazione 3d scansione 3D hexagon interferometria gestione emergenze topografia GIS
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps