itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target
Lago George (Uganda occidentale)

ESA - Immagine della settimana: Lago George, Uganda (02 febbraio 2020)

L’evento internazionale della Giornata Mondiale delle Aree Umide viene celebrato ogni anno il 2 febbraio: ricorda l’anniversario della stipula della ‘Convenzione sulle Aree Umide di Importanza Internazionale’ nota come Convenzione di Ramsar, firmata il 2 febbraio del 1971 in Iran.

La Giornata Mondiale delle Aree Umide si prefigge l'obiettivo di aumentare la coscienza livello globale del ruolo vitale svolto per il nostro pianeta dalle aree umide, ponendo attenzione particolare alle biodiversità che esse ospitano.

Questa immagine del satellite Copernicus Sentinel-2 ci porta al di sopra del lago George, in Uganda occidentale. Nel 1988 il lago George è stato decretato come primo sito Ramsar ugandese, grazie alla sua importanza per la diversità biologica che esso ospita.

Questa lago equatoriale copre un’area di circa 250 kmq ed è caratterizzato da una profondità media di circa 2.4 metri. Il lago è alimentato da un complesso sistema di fiumi e torrenti che hanno la loro origine nel sistema montuoso di Rwenzori e che formano una rete di paludi permanenti che circonda il lago.

Una fitta frangia di vegetazione di area umida, visibile in verde chiaro, può essere riconosciuta lungo i confini del lago al centro dell’immagine.

Le aree umide garantiscono un naturale spazio vitale per un certo numero di specie di mammiferi ,tra cui elefanti, ippopotami ed antilopi. Inoltre, forniscono un habitat per oltre 150 specie di uccelli, incluse molte specie rare come la cicogna sellata.

Viste dall’alto le acque del lago George appaiono di colore verde, risultato di una piccola concentrazione di alghe blu-verdi. Inquinamento da metalli, infiltrazioni dalle miniere e dalle aree agricole sono all’origine di un serio inquinamento delle acque del lago e stanno avendo un impatto molto serio sulla sua salute.

Il lago George drena attraverso il canale Kazinga, come si vede nel centro dell’immagine.L’ampio canale lungo 32 km collega il lago George con il lago Edward, che si trova al confine tra l’Uganda e la Repubblica Democratica del Congo.

Il canale Kazinga scorre attraverso il Parco Nazionale Queen Elizabeth. I quasi 2000 kmq del parco sono conosciuti per la presenza di fauna selvatica, che include il Bufalo Africano ed il Coccodrillo del Nilo.

Il parco è però anche famoso per le sue caratteristiche vulcaniche, tra cui coni vulcanici e crateri profondi che possono essere riconosciuti come punteggiature intorno all’immagine. Molti contengono laghi craterici, tra cui il lago Kaywe, i cui depositi di sale sono stati estratti per secoli.

Sentinel-2 è una missione a due satelliti che ha il compito di garantire la copertura e la distribuzione di dati necessarie per il programma europeo Copernicus. L’elevata frequenza di passaggio dei satelliti sulla stessa area e la elevata risoluzione spaziale permette un monitoraggio accurato delle modificazioni dei bacini idrici dell’entroterra.

Scarica immagine MediumRes (32,05 MB - .JPG)

Scarica immagine HighRes (154,64 MB - .TIF)


---


Lake George, Uganda

World World Wetlands Day is celebrated internationally each year on 2 February. It marks the anniversary of the signing of the Convention on Wetlands of International Importance, known as the Ramsar Convention , in Ramsar, Iran, on 2 February 1971.

World Wetlands Day raises global awareness about the vital role of wetlands for our planet, paying particular attention to wetland biodiversity.

This Copernicus Sentinel-2 image takes us over Lake George, in western Uganda. In 1988, Lake George was designated as Uganda’s first Ramsar site, given its importance as a centre for biological diversity.

This equatorial lake covers an area of around 250 sq km and has an average depth of around 2.4 metres. Lake George is fed by a complex system of rivers and streams originating from the Rwenzori mountains – supplying a system of permanent swamps surrounding the lake.

A dense fringe of wetland grass, visible in bright green, can be seen around the edges of the lake in the centre of the image.

The wetlands provide a natural living space for a number of mammals including elephants, hippopotamus and antelope. They also provide a habitat for over 150 species of birds including several rare species such as the saddle-billed stork.

Seen from above, the waters of Lake George appear green as a result of the thick concentration of blue-green algae. Metal pollution, mine seepage and agricultural runoff has caused serious pollution to the lake’s waters and are severely impacting the lake’s health.

Lake George drains through the Kazinga Channel in the image’s centre. The wide, 32km long channel connects Lake George with Lake Edward, which lies on the border between Uganda and the Democratic Republic of the Congo.

The Kazinga Channel flows through the Queen Elizabeth National Park. The almost 2000 sq km park is known for its wildlife including the African buffalo and the Nile crocodile.

The park is also famous for its volcanic features, including volcanic cones and deep craters which can be seen dotted around the image. Many contain crater lakes, including the Katwe crater lake, whose salt deposits have been mined for centuries.

Sentinel-2 is a two-satellite mission to supply the coverage and data delivery needed for Europe’s Copernicus programme. The mission’s frequent revisits over the same area and high spatial resolution allow changes in inland water bodies to be closely monitored.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Lake George, Uganda". Traduzione: Gianluca Pititto)

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kfhda

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2

Naviga per temi

remote sensing asi urbanistica INSPIRE progettazione esri italia arcgis modellazione 3d smartphone sicurezza laser scanner nuvole di punti top world dissesto idrogeologico trimble big data eGEOS mobilita autodesk webGIS app geomax open geo data Epsilon Italia FOIF planetek oceanografia esri meteorologia beni culturali terra e spazio teorema open data geoportale ricevitori trasporti apr sinergis topografia dati energia coste GNSS terremoto realtà virtuale BIM Here terremoti Bentley protezione civile pianificazione gps gestione emergenze cosmo skymed posizionamento satellitare droni catasto europeo uav stazione totale top ict misurazione copernicus leica geosystems Stonex autonomous vehicle codevintec catasto rischio scienze della terra sentinel cantiere mare geomatica mobile mapping osservazione dell'universo Toponomastica 3D uso del suolo qgis sensore territorio autocad rilievo geospatial sar open source ortofoto smart city microgeo agricoltura mappe monitoraggio satelitare utility tecnologia spazio CAD intelligenza artificiale geodesia archeologia leica osservazione della terra lidar rndt galileo GIS cartografia ingv telerilevamento topcon aerofotogrammetria INTERGEO internet of things faro Harris fotogrammetria hexagon realta aumentata smart mobility interferometria reti tecnologiche asita geofisica termografia technologyforall ambiente openstreetmap monitoraggio ISPRA 3DTarget geolocalizzazione drone infrastrutture formazione rilievo 3d cnr servizi digital geography metadati GTER geologia satelliti scansione 3D storytelling flytop tecnologie avanzate terrelogiche dati geografici in cantiere esa
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps