itzh-CNenfrdeptrues
Hexagon GSP
Harris
3D Target

Quali Tecnologie nel futuro prossimo. 2 – Unmanned Vehicle Systems and Drones 

Abbiamo avviato con il precedente articolo di questa serie una visione di quale sia il trend delle tecnologie attuali e quali siano quelle emergenti in un mondo in cui i dati geospaziali sono un elemento vitale, partendo da Cameras, Imaging and Sensing.

I Droni e sistemi di veicoli senza pilota sono una parte vibrante e in continua evoluzione della comunità geospaziale. Sono saldamente posizionati come componenti importanti nelle fasi di acquisizione, elaborazione e produzione di dati geospaziali. La crescita delle nuove capacità dei sensori in questi sistemi aumenterà ulteriormente il loro valore in questo settore.

Nel settore geospaziale, l'applicazione dei droni come strumento per l'acquisizione dei dati è il più maturo, con una serie di casi d'uso consolidati in tutto il governo e l'industria.

Ad esempio, la maggior parte delle forze di polizia nel mondo tecnologicamente avanzato utilizza i droni per il monitoraggio continuo e la sorveglianza, nonché per tracciare e identificare gli attori in situazioni di prima risposta.

I droni vengono inoltre sempre più utilizzati per supportare il monitoraggio e l'ispezione delle condizioni delle infrastrutture e delle reti di distribuzione dell'energia. In effetti, molte di queste ispezioni stanno iniziando a sfruttare la Computer Vision per riconoscere immagini di risorse infrastrutturali, utilizzando reti profonde e reti neurali convoluzionali per identificare diversi tipi di guasti e anomalie. Una delle applicazioni più diffusa è quella relativa all'uso di droni autonomi per ispezionare i guasti nei pannelli solari.

Con il crescente utilizzo di droni negli ambienti urbani, è probabile che i droni vengano utilizzati più frequentemente nell'ambito di più ampie iniziative di gestione del traffico urbano. Negli Stati Uniti, il Centro UAS per l'eccellenza e l'innovazione in Texas sta attualmente pilotando il sistema UTM della NASA per testare se può gestire in modo sicuro ed efficace il traffico di droni in un'area urbana. 

Attualmente l’avanzamento tecnologico è focalizzato su:

 Drones for Mapping & intelligence, surveillance and reconnaissance (ISR)

 Tethered Drones
 Beyond Visual Line of Sight Drones 

Gli sviluppi emergenti vedono:

 RPA 

 Counter-Drone & Drone Monitoring Systems 

Gli sviluppi futuri:

 Swarm Capabilities 

 Autonomous Mission  Configurations & Management 

 Urban Traffic Management 

 Delivery Drones
 Passenger Drones 

 

Drone Swarms (sciami di Droni)

Ricerche significative sono investite per sviluppare future capacità di uso di sciami nei sistemi di comando e controllo. Gli sciami di droni sono gruppi di droni che possono essere programmati per eseguire una missione o un'azione predefinita: l'operatore può impostare un'attività per l'intero sciame, mentre i singoli droni agiscono autonomamente e scambiano informazioni tra loro.

In futuro, la Drone Swarms consentirà agli operatori di programmare una missione specifica, utilizzando uno sciame di droni autonomi per raccogliere più input di dati o intraprendere una ricerca generale di un'area geografica. Oltre ad essere utilizzati in operazioni di polizia e sicurezza, gli sciami di droni saranno sempre più applicati al monitoraggio delle infrastrutture urbane: per monitorare e valutare rapidamente lo stato di avanzamento dei progetti di costruzione e sviluppo, per il monitoraggio statico-strutturale e l’osservazione dello stato di conservazione dei materiali.

Nei prossimi dieci anni, dovremmo aspettarci di vedere l'uso dei droni estendersi dall'EO, la mappatura e il monitoraggio, ai domini della consegna di pacchi e trasporto passeggeri. Per la comunità geospaziale, l'obiettivo primario sarà quello di fornire dati di riferimento e di navigazione geospaziali del primo e dell'ultimo miglio per supportare questi sistemi. Oltre ai dati geospaziali, sia i sistemi di consegna che quelli passeggeri richiederanno livelli variabili del controllo geospaziale a supporto delle loro operazioni. Ciò include, come minimo, sistemi come geo-awareness (basati sulla consapevolezza geografica), geofencing ( perimetri virtuali associati ad aree di interesse) e requisiti di localizzazione basati su GNSS. Questi requisiti di sistema e controllo saranno affrontati dagli stessi produttori di droni e dalle autorità responsabili del monitoraggio dell'attività dei droni.

--

Per la serie Quali Tecnologie nel futuro prossimo, vedi anche: 
1 - Cameras, Imaging and Sensing
2 - Unmanned Vehicle Systems and Drones 
3 - Survey, Measurement and 3D Scanning
4 - Artificial Intelligence
5 - Smart Sensors and the Internet Of Things
6 - Immersive Technologies 
7 - Simulation
8 - Connectivity

 

 

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kfhkf

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Naviga per temi

energia beni culturali internet of things ambiente geodesia terremoti trasporti geomax agricoltura osservazione dell'universo esri italia posizionamento satellitare OGC pianificazione scansione 3D dissesto idrogeologico sinergis gps geofisica uso del suolo smart city qgis app scienze della terra rischio utility realtà virtuale smart mobility storytelling asi eGEOS INSPIRE codevintec 3D rilievo technologyforall territorio open source misurazione top geologia sar sensore asita smartphone leica geosystems terremoto topcon open data Stonex geomatica GTER dati droni microgeo monitoraggio top world copernicus BIM urbanistica ict formazione digital geography openstreetmap ingv esa realta aumentata gestione emergenze geoportale geolocalizzazione CAD topografia ortofoto open geo data planetek coste terrelogiche servizi Harris tecnologie avanzate cartografia GNSS hexagon spazio autocad trimble big data satelliti nuvole di punti rilievo 3d protezione civile intelligenza artificiale uav infrastrutture fotogrammetria INTERGEO mare faro Epsilon Italia autodesk FOIF archeologia mobilita laser scanner reti tecnologiche sentinel ISPRA teorema cnr apr progettazione leica meteorologia rndt termografia autonomous vehicle lidar GIS galileo dati geografici Toponomastica catasto oceanografia metadati tecnologia SIFET in cantiere osservazione della terra terra e spazio catasto europeo sicurezza aerofotogrammetria remote sensing modellazione 3d interferometria arcgis geospatial esri telerilevamento cantiere mappe mobile mapping monitoraggio satelitare Here webGIS ricevitori stazione totale cosmo skymed flytop Bentley
VidaLaser
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps