itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Incontro del Rio Negro e del  Solimões  con formazione del  Rio delle Amazzoni (Brasile)

ESA - Immagine della settimana: Convergenza di acque (28 settembre 2019)

La missione Copernicus Sentinel-2 ci porta sopra una ‘convergenza di acque’ in Brasile, dove il Rio Negro ed il fiume Solimões si incontrano per formare il Rio delle Amazzoni.

Il Rio Negro, che nell’immagine appare di colore nero, è il più grande tributario del Rio delle Amazzoni ed il più esteso fiume di acqua nera al mondo. Scorre per 2300 a partire dalla Colombia e deve il suo colore nero a residui vegetali di foglie e piante che si sono decomposti e dissolti nelle sue acque.

Il Rio Negro contrasta in modo evidente con il fiume Solimões – visibile immediatamente sotto di esso - che deve il suo colore marrone dell'acqua al ricco contenuto di sedimenti, inclusi sabbia, fango e limo. Dopo aver percorso una distanza di circa 1600 km, il fiume Solimões incontra il Rio Negro, con cui origina questa importante congiunzione.

A causa delle differenze in temperatura, velocità e densità delle acque i due fiumi, dopo la convergenza, prima di mescolarsi scorrono uno a fianco all’altro per alcuni chilometri.

Manaus, la più grande città presente nel Bacino dell’Amazzonia, è visibile sulla riva nord del Rio Negro. Malgrado sorga a 1500 km di distanza dall’oceano, Manaus costituisce un importante porto interno.

La riserva forestale Adolfo Ducke è visibile a nord est della città. Quest’area, che appare di forma quasi quadrata , è un territorio protetto intitolato al botanico Adolfo Ducke ed è utilizzata per ricerche sulla biodiversità.

Copernicus Sentinel-2 è una missione a due satelliti. Ciascuno di essi trasporta una camera da ripresa ad alta risoluzione, che riprende immagini della superficie della Terra in 13 differenti bande spettrali, che risultano di grande aiuto nel monitoraggio dei cambiamenti della copertura terrestre e dei bacini idrici interni.

Questa immagine è stata acquisita il 07 febbraio 2018.

 

Scarica immagine MediumRes (27,13 MB - .JPG)

Scarica immagine HighRes (398,19 MB - .TIF)

 

---

 

Meeting of waters

 

The Copernicus Sentinel-2 mission takes us over the ‘meeting of waters’ in Brazil – where the Rio Negro and the Solimões River meet to form the Amazon River.

The Rio Negro, visible in black, is the largest tributary of the Amazon and the world’s largest black-water river. It flows 2300 km from Colombia, and it gets its dark colouring from leaf and plant matter that has decayed and dissolved in its waters.

The Rio Negro contrasts significantly with the Solimões River – visible directly below - which owes its brown-colouring to its rich sediment content, including sand, mud and silt. After flowing for around 1600 km, the Solimões River meets the Rio Negro and together form this important junction.

Owing to differences in temperature, speed and water density, the two rivers, after converging, flow side-by-side for a few kilometres , before eventually mixing.

Manaus, the largest city in the Amazon Basin, is visible on the north bank of the Rio Negro. Despite being 1500 km from the ocean, Manaus is a major inland port.

The Adolfo Ducke Forest Reserve is visible northeast of the city. The almost square-shaped block of land is a protected area named after the botanist Adolfo Ducke, and is used for the research of biodiversity.

Copernicus Sentinel-2 is a two-satellite mission. Each satellite carries a high-resolution camera that images Earth’s surface in 13 spectral bands and can help monitor changes in land cover and inland waters.

This image was captured on 7 February 2018.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Meeting of waters". Traduzione: Gianluca Pititto)

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kf6kx

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2
DJI
VidaLaser

Naviga per temi

meteorologia topografia qgis leica geosystems dati posizionamento satellitare agricoltura rilievo terremoti INSPIRE protezione civile gps FOIF sinergis topcon tecnologia Bentley scansione 3D geofisica Epsilon Italia territorio utility nuvole di punti cartografia smart city cnr open data fotogrammetria drone servizi misurazione geolocalizzazione sensore leica cantiere mobilita dissesto idrogeologico formazione stazione totale geodesia ISPRA geospatial sicurezza GNSS monitoraggio faro Harris esa ricevitori asita storytelling rilievo 3d mobile mapping technologyforall geomatica progettazione slam catasto autodesk pianificazione asi urbanistica reti tecnologiche realtà virtuale trimble uso del suolo terra e spazio energia smart mobility big data rndt Toponomastica open source geomax app telerilevamento top monitoraggio satelitare trasporti interferometria GIS INTERGEO internet of things tecnologie avanzate eGEOS terremoto esri GTER sar 3DTarget flytop ict coste open geo data remote sensing codevintec dati geografici autocad arcgis intelligenza artificiale terrelogiche scienze della terra beni culturali BIM realta aumentata cosmo skymed geologia satelliti copernicus metadati 3D lidar galileo termografia mappe ambiente spazio sentinel infrastrutture webGIS apr ortofoto aerofotogrammetria esri italia Stonex teorema mare openstreetmap microgeo modellazione 3d oceanografia smartphone geoportale planetek archeologia CAD digital geography autonomous vehicle laser scanner uav hexagon in cantiere ingv osservazione della terra catasto europeo telespazio droni rischio gestione emergenze osservazione dell'universo
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy