Il contributo di Copernicus alle sfide dei Digital Skills

Stampa

Dal 4 al 6 Dicembre 2018 i partner del progetto EO4GEO si sono riuniti a Patrasso (GR) per fare un primo bilancio al termine del primo dei quattro anni di progetto.

EO4GEO è un progetto Erasmus+ Sector Skills Alliance, coordinato dall’Associazione GISIG con 26 partner (provenienti da 16 Paesi) attivi nel settore dell’istruzione e della formazione nei settori dell’osservazione della terra (EO) e dell’informazione geografica (GI).

EO4GEO vuole contribuire a colmare il divario di competenze tra offerta e domanda di istruzione e formazione nel settore EO/GI rafforzando l'ecosistema esistente e promuovendo l’utilizzo e l'integrazione di dati e servizi nelle applicazioni per gli utenti finali.

Determinante sarà l’approccio multidisciplinare e la collaborazione tra il mondo accademico e quello dell’industria del settore.

EO4GEO creerà e manterrà un Body of Knowkedge per il settore EO/GI basato su ontologie, che sarà a sua volta utilizzato per progettare una serie di curricula e relativi materiali didattici per l’esecuzione di una serie di azioni formative nel contesto di Copernicus, all’interno di tre scenari applicativi: smart cities, cambiamento climatico e applicazioni integrate.

A Patrasso sono stati presentati i risultati delle due indagini condotte per valutare l’offerta formativa, da un lato, e la domanda di competenze/esperienze e di profili professionali nel settore EO/GI, che rappresentano il principale punto di partenza per la definizione del “Body of Knowledge (BoK) for GI and EO”.

Ancora aperta la call for experts per la selezione di candidature di esperti nei settori EO/GI che vogliano volontariamente contribuire alla definizione/validazione del “Body of Knowledge (BoK) for GI and EO”.

Epsilon Italia, partner di progetto, contribuirà all’integrazione, all’interno del Bok for GI and EO, dei contenuti formativi presenti negli altri BoK (es. ICT BoK), di rilievo per gli scopi del progetto EO4GEO, e all’allineamento del BoK for GI and EO con i principi della Direttiva INSPIRE. 

Fonte: Epsilon Italia

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche