itzh-CNenfrdeptrues
La regione di Afar, nel nord-est dell' Etiopia

ESA - Immagine della settimana: Etiopia nord-orientale (15 settembre 2018)

Il satellite Sentinel-1B del programma europeo Copernicus ci porta su Semera nel nord-est dell’Etiopia. Semera è una città nata in tempi recenti con una popolazione di oltre 2600 individui ed è la capitale della regione di Afar (guardala/scaricala in bassa risoluzione).

Il territorio di questa regione si distribuisce su una superficie stimata di circa 270 mila kmq, che si estende a partire da Addis Abeba fino in prossimità del confine con l’Eritrea.

Nella parte alta di questa immagine in falsi-colori possiamo individuare la capitale della regione, con il più ampio centro urbano di Dubti appena a sud della città. Entrambe si trovano nella Great Rift Valley, che si estende tra l'altopiano dell’Etiopia e quello della Somalia.

Il panorama della regione di Afar è caratterizzato da macchia desertica e vulcani, in particolare a nord. Nell’immagine possiamo osservare differenze con l’altitudine evidenziate dalle variazioni di colore. La parte sinistra dell’immagine è dominata dal giallo, che indica modificazioni nella vegetazione rilevate ad altitudini più alte. Due laghi - Hayk ed Hardibo – sono visibili in basso a sinistra.

A sud di Dubti è visibile il fiume Awash, che si riversa all’interno dei laghi salati settentrionali, piuttostochè in mare. Il commercio del sale è tipico di quest’area, mentre il cotone cresce lungo la valle del fiume Awash. Mais, fagioli, papaya e banane sono altri prodotti coltivati nella regione di Afar. Si ritiene che circa il 90% della popolazione conduca una vita di tipo pastorale, allevando animali come cammelli, pecore ed asini.

Dallol, a nord di Semera nella depressione della Dancalia, è molto spesso citato come uno dei luoghi abitati più caldi della Terra. Sorge a 125 m al di sotto del livello del mare e nelle sue spettacolari zone idrotermali presenta temperature medie annuali di 34,4 C°. L’area riceve appena 100-200 mm di acqua piovana all’anno, portando così a condizioni ambientali tra le più inospitali al mondo.

Sentinel-1B è stato lanciato nell’ aprile del 2016 e trasporta a bordo un sensore radar avanzato in grado di fornire immagini della superficie della Terra sia di notte che di giorno ed in presenza di ogni condizione atmosferica. Assieme a Sentinel-1A, che è stato lanciato nell’aprile del 2014, la missione ha contribuito a numerosi servizi, tra cui il monitoraggio del territorio contro rischi di movimenti del suolo e mappature di supporto alle situazioni di crisi.

Questa imagine è stata acquisita il 5 aprile 2018.

Scarica Immagine MediumRes (3,10 MB - .JPG)
Scarica Immagine HighRes (489,97 MB - .TIF)

 

---

 

Northeast Ethiopia

 The Copernicus Sentinel-1B satellite takes us over Semera in northeast Ethiopia. Semera is a new town with a population of just over 2600 and serves as the capital of the Afar region. The region spans an estimated 270 000 sq km, from close to the border with Eritrea towards the capital of Addis Ababa.

We can see the regional capital in the top right of this false-colour image, with the larger urban centre of Dubti just south of the town. Both are found in the Great Rift Valley, which lies between the Ethiopian Plateau and the Somalia Plateau.

The landscape of the Afar region is characterised by desert shrubland and volcanoes, particularly in the north. In this image we can see differences in altitude represented in the variations in colour. The left part of the image is dominated by yellow, signifying changes in vegetation found at higher altitudes. Two lakes, Hayk Lake and Hardibo Lake, are shown in the bottom left.

South of Dubti we can see the Awash River, which flows into the northern salt lakes rather than into the sea. Salt trade is typical of the area, whilst cotton is grown in the Awash River valley. Maize, beans, papaya and bananas are also cultivated in the Afar region. It is thought that 90% of the region’s population lead a pastoral life, rearing animals such as camels, sheep and donkeys.

Dallol, to the north of Semera in Ethiopia’s Danakil Depression, is frequently cited as one of the hottest inhabited places on Earth. Lying 125 m below sea level, with temperatures in the spectacular hydrothermal fields averaging 34.4 °C year-round, and the area receiving just 100–200 mm rainfall a year, conditions are thought to be amongst the most inhospitable in the world.

Sentinel-1B was launched in April 2016, carrying an advanced radar instrument to provide an all-weather, day-and-night supply of imagery of Earth’s surface. Along with Sentinel-1A, which was launched in April 2014, the mission benefits numerous services, including monitoring land-surface for motion risks and mapping to support crisis situations.

This image was captured on 5 April 2018.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Northeast Ethiopia". Traduzione: Gianluca Pititto)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kh8qa

Vedi anche

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps