itzh-CNenfrdeptrues
3D Target

Strutture metalliche, al #TFA2018 demo ENEA per misurare lo stato di conservazione

La dimostrazione proposta riguarda diagnostiche in situ e remote su un traliccio di metallo, parte della struttura originale della gru per il trasferimento delle merci nei Magazzini Generali in Roma (oggi sede dell’ISA). Si tratta di una demo originale su metallo effettuata con tecniche ampiamente dimostrate per i beni culturali storici nel caso di superfici lapidee e dipinti.

Il gruppo ENEA effettuerà misure LIF, raccogliendo anche le immagini di riferimento, mentre il gruppo CNR-IC e quello dell’Università di Roma 3 effettueranno rispettivamente analisi XFR e Raman su selezionati punti della struttura.

La misura della fluorescenza indotta da laser (LIF), consente la raccolta di dati spettroscopici risolti in lunghezza d’onda, in tempo o in forma di immagini, quando è accoppiata ad uno scanner permette di ricavare in maniera rapida informazioni sulla distribuzione di materiali fluorescenti su ampie superfici, per verificarne l’omogeneità, lo stato di conservazione e la presenza di materiali relativi a precedenti interventi di recupero. I due prototipi per analisi remote messi a punto dall’ENEA operano nell’Ultravioletto (a 248 nm e a 266 nm) e sono anche sensibili alla presenza di biodegrado. Il LIF-scanning consente la raccolta di spettri, anche risolti in tempo, mentre FORLAB raccoglie grandi immagini a differenti lunghezze d’onda preselezionate.

La Fluorescenza dei raggi X (XRF) è un’analisi spettroscopica che consente di individuare gli elementi presenti nel punto in esame, anche al di sotto della superficie. L’intensità del segnale misurata, in prima approssimazione, dà anche una stima della quantità degli elementi presenti. Le misure sono eseguite con uno strumento portatile con sorgente di raggi X al tungsteno (W), un rivelatore Silicon drift raffreddato Peltier completo del suo amplificatore-alimentatore e del multicanale (Amptek MCA 8000A). La risoluzione del rivelatore è di 140 eV a 5.9 keV (Mn Kα). Il generatore X è alimentato con una tensione di 38 kV ed una corrente di 350 µA. Con questa strumentazione si rivelano tutte le righe K per gli elementi con 12<z35.

La spettroscopia è una tecnica analitica assolutamente non distruttiva, portatile e altamente versatile per la caratterizzazione dei materiali di interesse storico-artistico. Si basa sulla diffusione anelastica della luce e permette una identificazione univoca dei materiali tramite la raccolta dello spettro vibrazionale delle molecole. E’ una tecnica di superficie con una altissima risoluzione spaziale (dell’ordine di qualche micron), utilizzata per il riconoscimento di pigmenti, inchiostri e coloranti; per la caratterizzazione dei materiali costitutivi delle opere e per l’identificazione di prodotti di degrado.

L’attività proposta fa parte del progetto ADAMO, recentemente finanziato nell’ambito del DTC Lazio.

Iscriviti al Forum TECHNOLOGY for ALL gratuitamente!

PROGRAMMA.

iscrizione gratuita


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4u9p

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
Getac palmari e pc fully ragged blindati
ProfiloColore
AeroVision

Naviga per temi

geospatial progettazione multibeam smart mobility geologia spazio flyr esri ortofoto gps open geo data meteorologia utility esri italia scansione 3D metadati realta aumentata sicurezza laser scanner ict autocad dissesto idrogeologico tecnologie avanzate agricoltura geomatica tecnologia servizi leica geosystems misurazione sar teorema FOIF galileo mobilita open source storytelling telerilevamento beni culturali esa gestione emergenze nuvole di punti satelliti terra e spazio GNSS internet of things top codevintec ricevitori ISPRA 3D autodesk SIFET apr geofisica pianificazione remote sensing protezione civile multispettrale rilievo lidar osservazione della terra qgis interferometria geoportale Toponomastica sensore archeologia INSPIRE uso del suolo rilievo 3d dati geografici realtà virtuale termografia smartphone trasporti fotogrammetria top world catasto coste INTERGEO planetek beidou ambiente cnr OGC catasto europeo oceanografia stazione totale aerofotogrammetria terremoto sentinel in cantiere monitoraggio trimble geolocalizzazione topografia modellazione 3d ingv sviluppo sostenibile app geomax flytop topcon rischio cantiere Harris CAD digital geography Stonex reti tecnologiche hexagon open data top story geodesia technologyforall numerazione civica cartografia openstreetmap BIM smart city asi intelligenza artificiale eGEOS osservazione dell'universo droni territorio cosmo skymed dati webGIS asita leica rndt sinergis faro infrastrutture terremoti mare big data posizionamento satellitare urbanistica Bentley scienze della terra GIS mobile mapping formazione copernicus energia uav arcgis mappe
VidaLaser

Il video del mese

intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps