itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

Come viene realizzata una mappa satellitare a supporto della gestione delle emergenze?

Leonardo, attraverso e-GEOS (joint venture tra Telespazio e ASI), opera un servizio dedicato alla realizzazione di mappe satellitari a supporto delle operazioni di gestione delle emergenze naturali. In Via Tiburtina, a Roma, si trova infatti una Sala Emergenze con esperti al lavoro 24 ore su 24 365 giorni all’anno.

La Sala Emergenze di Leonardo/e-GEOS è stata attiva anche per monitorare da satellite le conseguenze delle alluvioni che hanno colpito il Giappone nei giorni scorsi, causando quasi 180 morti, 10mila sfollati e ingentissimi danni.

Di seguito puoi trovare una mappa satellitare, ottenuta integrando i dati provenienti dallo Spazio con informazioni ricavate dai social media, che mostra l’area oggetto di inondazione nella regione di Kurashiki.

  • Riquadro 1 (verde) Social media: overview dell’evento
  • Riquadro 2 (nero): immagine satellitare COSMO-SkyMed dell’area soggetta a inondazione
  • Riquadro 3 (giallo): imagine satellitare Landsat 8 dell’area colpita


Scarica l'immagine in formato originale a questo link


Il team di esperti che lavora nella Sala Emergenze di Leonardo/e-GEOS, che nell’ultimo anno ha contribuito alla gestione di eventi similari nei Caraibi (uragano Irma) e negli Stati Uniti (uragano Harvey), lavora h24 per ottenere in primo luogo “fotografie” della situazione ex-ante, elaborando le immagini satellitari acquisite prima dell’inizio dell’emergenza, in modo da fornire un quadro chiaro delle condizioni di tali zone prima dell’arrivo dei fenomeni atmosferici. Contemporaneamente vengono programmate le acquisizioni satellitari (radar e ottiche) delle aree colpite.

Soprattutto in caso di alluvioni i satelliti radar italiani COSMO-SkyMed sono particolarmente utili potendo osservare anche di notte e attraverso le nubi, a differenza dei satelliti ottici. Grazie ad algoritmi proprietari e ai sistemi di analisi del partner americano Orbital Insight, i dati di COSMO-SkyMed e di altri satelliti vengono quindi elaborati, insieme alle informazioni ottenute in tempo reale dai social media, allo scopo di produrre nel più breve tempo possibile le mappe dei danni ex-post.

Tali mappe, che segnalano con precisione le aree allagate, l’entità dei danni a edifici e infrastrutture, consentono alle autorità preposte ai soccorsi di poter operare in modo più rapido ed efficiente.

Fonte: Telespazio - e-GEOS


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4w8c

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

smart mobility posizionamento satellitare territorio codevintec arcgis SIFET beidou INTERGEO cartografia terremoto topcon geoportale ISPRA sensore oceanografia open data GIS meteorologia infrastrutture agricoltura internet of things telerilevamento open source spazio autodesk landsat autocad terra e spazio progettazione BIM open geo data geomatica leica geosystems Toponomastica app flytop geologia microgeo esa reti tecnologiche technologyforall hexagon CAD Here fotogrammetria uso del suolo remote sensing asi qgis Stonex dissesto idrogeologico Epsilon Italia sicurezza geospatial smartphone geodesia misurazione top tecnologia modellazione 3d digital geography teorema e-geos satelliti Bentley Systems mare GNSS sinergis trimble smart city Septentrio nuvole di punti scienze della terra servizi lidar coste asita big data archeologia osservazione dell'universo geolocalizzazione MapInfo aerofotogrammetria termografia utility OGC cantiere topografia mappe 3D sar rilievo 3d beni culturali trasporti esri laser scanner faro monitoraggio in cantiere ingv Bentley realta aumentata top story interferometria cosmo skymed droni terrelogiche mobile mapping pianificazione geomax social media FOIF catasto europeo Harris metadati openstreetmap webGIS apr uav Artificial Intelligence gps planetek mobilita ortofoto protezione civile dati geografici storytelling rilievo geofisica rndt flyr eGEOS urbanistica catasto menci galileo energia dati realtà virtuale ambiente cnr ict multispettrale sentinel cloud INSPIRE copernicus scansione 3D osservazione della terra esri italia
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps