itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

La necessità urgente di un vero Catasto 3D per una banca dati universale dei fabbricati

Se è vero che il nostro Catasto è attualmente dotato di eccellenti possibilità, che lo possono qualificare tra i migliori sistemi al mondo, è anche vero che molte funzionalità non sono rese pubbliche e anche gli stessi dati non sono aperti alla consultazione libera.

Lo sviluppo verticale delle abitazioni, di difficile percezione nei vecchi sistemi, è ora facilitato, anche per la presenza di strumenti di indagine tridimensionali attivi nelle città come ad esempio quelli di Google, che consentono di effettuare facili aggiornamenti dell'evasione a vantaggio di una fiscalità più equa.

L'importanza e la necessità del catasto tridimensionale è evidente nelle piattaforme internazionali ed è stata oggetto di indagine da parte della FIG (Federazione Internazionale Geometri)  nella visione del catasto del 2014 e del 2034, così come riportato nel recente convegno di Instanbul, i cui proceedings sono disponibili a questo link.

Il lavoro del catasto 3D viene svolto a livello di base oggi in alcuni paesi, come Brasile, Croazia e Australia, rilevando direttamente le caratteristiche tridimensionali, mentre in altri paesi si sta supportando la transizione catastale tridimensionale. Se si considera l'importanza della costituzione di una banca dati degli edifici  interscambiabile a livello di tutti gli organi amministrativi che operano sul territorio, si comprende come sia imprescindibile oggi tale strumento. 

Basti pensare alle incombenti necessità di conoscere la consistenza fiscale aggiornata nei piani più alti degli edifici, per evidenti necessità di imposizione fiscale equa e lotta all'abusivismo. Ricordiamo infatti che la campagna realizzata alcuni anni fa dall'Agenzia del Territorio per scoprire i "fabbricati nascosti" non è stata allargata ai tessuti urbani e ai centri storici ma limitata alle sole case sparse sul territorio extraurbano. Il risultato portò ad un grande incremento di gettito fiscale per lo Stato, anche se stranamente poi venne abolita la stessa Agenzia del Territorio (per risparmiare sui costi?).

Non solo, la conoscenza del 3D catastale consente di avere immediatamente dati essenziali nella gestione delle emergenze, come si è visto nel recente sisma del Centro Italia 2016 ove le prime squadre hanno avuto la possibilità di conoscere la quantità di abitanti possibili sotto le macerie utilizzando nuovi sistemi di aggregazione catastali che hanno definito il "fabbricato".

Tuttavia, ci sono alcuni fattori che possono causare difficoltà nell'implementazione del catasto tri-dimensionale nel nostro paese, come quelli riscontrati nell'implementazione del catasto 3D sotto i titoli legali, tecnici e istituzionali. Non esiste un concetto chiaro di catasto 3D nelle nostre leggi. Ma la definizione legale del catasto supporta il catasto tridimensionale perché è inteso a riflettere la situazione attuale della Terra.

L'attuale sistema catastale nel nostro paese è bidimensionale, ma ha la potenzialità tridimensionale che non viene liberata, necessità ormai impellente e richiesta non solo a fini fiscali, ma anche per intervenire efficacemente a salvare vite nelle emergenze e a prevenire, con una conoscenza migliore dei Fabbricati, le azioni di degrado e violente degli effetti atmosferici e dei disastri naturali. 

Non solo per i siti e i monumenti quindi una Carta del Rischio, ma anche per tutti i fabbricati una Mappatura del Rischio Globale a cui tutti i cittadini possano avere accesso sia per estrarre che per inviare informazioni, infondendo sicurezza che una migliore conoscenza del costruito, porterà miglioramenti al nostro ambiente, alla nostra incolumità e alla nostra ricchezza economica. 

Per approfondire:

https://rivistageomedia.it/2018062211326/dati-geografici/cosa-manca-al-geoportale-cartografico-catastale 
http://www.gisinfrastrutture.it/2018/07/il-geoportale-catastale-finalmente/ 
http://www.gisinfrastrutture.it/2017/11/la-cartografia-catastale-italiana-finalmente-disponibile-online-via-wms/
https://www.rivistageomedia.it/2018020511008/rilievo-e-localizzazione/il-catasto-in-tasca  
https://rivistageomedia.it/201506228634/dati-geografici-evidenza/evoluzione-del-sistema-catastale-in-relazione-ai-sit?acm=_315&idU=2 
http://mediageo.it/ojs/index.php/GEOmedia/issue/view/150 

L'individuazione dei fabbricati sconosciuti al Catasto. GEOmedia, [S.l.], v. 14, n. 1, mar. 2010. ISSN 2283-5687. Disponibile all'indirizzo: http://mediageo.it/ojs/index.php/GEOmedia/article/view/428

Proposta per un Sistema Informativo Catastale Probatorio in Italia. GEOmedia, [S.l.], v. 15, n. 4, apr. 2012. ISSN 2283-5687. Disponibile all'indirizzo: http://mediageo.it/ojs/index.php/GEOmedia/article/view/31  

Il sistema cartografico del Catasto quale strumento di supporto alla gestione delle emergenze. GEOmedia, [S.l.], v. 20, n. 5, dic. 2016. ISSN 2283-5687. Disponibile all'indirizzo: http://mediageo.it/ojs/index.php/GEOmedia/article/view/1360


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k49ur

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
Getac palmari e pc fully ragged blindati
ProfiloColore
AeroVision

Naviga per temi

numerazione civica realta aumentata intelligenza artificiale cosmo skymed mobile mapping rilievo 3d CAD Harris laser scanner metadati app geomatica geolocalizzazione smart city spazio gps protezione civile technologyforall tecnologie avanzate telerilevamento osservazione dell'universo cnr coste reti tecnologiche servizi oceanografia rndt gestione emergenze utility Bentley scienze della terra catasto realtà virtuale termografia codevintec ortofoto asita posizionamento satellitare topcon esri geologia open geo data INTERGEO agricoltura uav stazione totale webGIS beni culturali digital geography tecnologia esri italia rilievo terra e spazio fotogrammetria GIS arcgis scansione 3D multispettrale top story mappe SIFET e-geos terremoto archeologia esa smart mobility geodesia autodesk smartphone INSPIRE ict faro geomax teorema uso del suolo aerofotogrammetria open data droni flytop 3D ambiente urbanistica trasporti geospatial hexagon infrastrutture beidou GNSS dissesto idrogeologico meteorologia mobilita Epsilon Italia nuvole di punti terrelogiche interferometria leica geosystems apr BIM progettazione sentinel trimble sar pianificazione ISPRA Toponomastica eGEOS remote sensing cantiere osservazione della terra asi energia leica modellazione 3d formazione geofisica satelliti storytelling ingv dati geografici catasto europeo microgeo FOIF copernicus Stonex cartografia in cantiere internet of things sinergis galileo top world big data rischio sensore qgis openstreetmap Here mare planetek autocad topografia ricevitori geoportale dati monitoraggio lidar sicurezza misurazione top open source territorio
VidaLaser

Il video del mese

Planetek ImageryPack
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps