itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

Da New York una call per sviluppare un modello per la condivisione della posizione delle infrastrutture sotterranee

La sicurezza pubblica è a rischio ogni volta che si verifica uno scavo sotterraneo. Ad esempio, quando un tubo del gas penetra nelle linee fognarie durante la perforazione orizzontale senza scavo, sussiste il rischio di esplosione, come pure quando si esegue il backup di una linea fognaria e si tenta di eliminare l'ostacolo.

Durante i lavori si può rompere accidentalmente una linea di gas ad alta pressione che porta a un'esplosione. Sono richieste ore per identificare la fonte di un'esplosione in un quartiere residenziale che ha causato vittime. 

Un progetto per estendere un sistema di trasporto su rotaia leggera incontra molti impianti sotterranei sconosciuti durante la costruzione e questo ritarda molto la realizzazione. La causa numero uno dei ritardi nella costruzione di autostrade negli Stati Uniti è la mancanza o informazioni imprecise sulla posizione delle utenze sotterranee.
Per affrontare il rischio di passività associate a servizi sotterranei sconosciuti o ubicati in modo impreciso, gli appaltatori aumentano regolarmente i costi di offerta di un 10-30%.

Tutte queste cose possono essere prevenute se fosse disponibile un preciso modello digitale 3D del sottosuolo.

Per affrontare queste sfide, tre organizzazioni hanno sponsorizzato uno studio di sviluppo concettuale dell'Open Geospatial Consortium (OGC) per le informazioni sottosuolo, con un risultato principale costituito da un rapporto di ingegneria.
Gli sponsor dello studio di sviluppo concettuale dell'OGC Underground sono stati:

  • Fund for the City of New York - Center for Geospatial Innovation
  • Singapore Land Authority
  • Ordnance Survey (UK)

La relazione tecnica documenta i progressi compiuti dall'OGC e dai suoi membri per costruire una valutazione completa della situazione e sviluppare un quadro concettuale per una azione volta a migliorare l'interoperabilità dei dati dell'infrastruttura sotterranea. Il rapporto identifica anche i passi più importanti da intraprendere successivamente al fine di sviluppare gli standard dei dati necessari.

Ciò ha portato allo sviluppo di bozze di versioni di un modello per la definizione e l'interscambio di dati sotterranei ("Modello di dati MUDDI") e un modello di redditività dei costi di gestione delle informazioni sotterranee (ROI, Return on Investment). MUDDI è stato sviluppato come un modello di integrazione e di interscambio per supportare una serie di infrastrutture sotterranee critiche e informazioni sull'ambiente attualmente detenute in una varietà ampia e disparata di forme.

Per rivedere e valutare MUDDI attraverso implementazioni effettive, l'OGC ha emesso un invito a partecipare per un seminario MUDDI ETL-Plugfest che si terrà dal 24 al 25 luglio presso gli uffici del Fondo della città di New York (FCNY). L' ETL-Plugfest si concentra su estrarre, trasformare e caricare pratiche e strumenti per la traduzione di dati tra diversi formati, schemi e ambienti.

https://portal.opengeospatial.org/files/?artifact_id=79132 

  


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k43q9

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

arcgis sinergis territorio metadati INTERGEO realtà virtuale beni culturali big data INSPIRE microgeo ambiente cantiere leica geosystems Here internet of things posizionamento satellitare esa Bentley Systems agricoltura gps smartphone catasto europeo aerofotogrammetria uso del suolo fotogrammetria eGEOS geomatica ISPRA BIM energia Artificial Intelligence CAD faro FOIF tecnologia terra e spazio open source geologia laser scanner geomax mobilita telerilevamento landsat scienze della terra dissesto idrogeologico flytop pianificazione rndt digital geography app coste esri italia rilievo 3d dati cartografia asi social media utility top hexagon 3D e-geos Bentley urbanistica sar monitoraggio ingv technologyforall planetek geofisica archeologia mappe ict dati geografici servizi galileo modellazione 3d terremoto Septentrio reti tecnologiche codevintec rilievo trimble trasporti autocad mare satelliti Stonex terrelogiche cloud copernicus geospatial smart city open data GNSS sicurezza menci catasto osservazione della terra OGC geolocalizzazione beidou cosmo skymed teorema progettazione sensore MapInfo top story nuvole di punti cnr ortofoto esri osservazione dell'universo qgis termografia Toponomastica apr multispettrale droni autodesk topcon geoportale SIFET misurazione smart mobility realta aumentata infrastrutture Epsilon Italia mobile mapping topografia spazio remote sensing scansione 3D geodesia protezione civile meteorologia lidar oceanografia openstreetmap Harris webGIS GIS flyr in cantiere uav asita interferometria open geo data storytelling sentinel
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps