itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

Smart City più sicure: arrivano realtà virtuale e ologrammi al TFA2018, nuove applicazioni per formazione e sicurezza

Le smart city saranno più sicure. Arriva infatti una rivoluzione nella formazione del personale impiegato in attività di emergenza e soccorso. Grazie alle nuove tecnologie della realtà virtuale aumentata, all’utilizzo di ologrammi e ai dati GIS (Geographic Information System), gli operatori potranno addestrarsi ad intervenire in un impianto industriale in fiamme o in un palazzo terremotato indossando un apposito elmetto o un video-occhiale, che fornirà loro una simulazione realistica e interattiva dell’ambiente dove dovranno muoversi, oltre ad una gran quantità di informazioni, simboli ed immagini.

Questa sofisticata tecnologia sarà al centro di una delle sessioni del “Technology for All 2018”, quinta edizione del forum dedicato all’innovazione tecnologica per il territorio e l’ambiente, i beni culturali e le smart city. Questo evento si svolgerà a Roma dal 3 al 5 ottobre prossimi presso l’Istituto Superiore Antincendi (ISA), la scuola di alta qualificazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Oltre che in ambito sicurezza, la tecnologia della realtà virtuale aumentata è applicabile in molti altri scenari. Un settore in cui trova già impiego è quello dei beni culturali: con un apposito visore, ad esempio, è possibile “visitare” una struttura archeologica, usufruendo di tutta una serie di informazioni storiche e anche potendo vedere la ricostruzione dei singoli manufatti allo stato originale. Altro ambito di utilizzo sono la progettazione e l’edilizia: ingegneri e costruttori potranno controllare “da vicino” la struttura di un progetto come se fosse già realizzato ed apportare tutte le modifiche necessarie. Un altro settore è quello medico-ospedaliero: posizionando una telecamera 3D in una sala operatoria o addosso al chirurgo che sta operando, ad esempio, sarebbe possibile consentire ad altri medici o a studenti dotati di visore di assistere all’intervento in maniera immersiva. La tecnologia della realtà virtuale aumentata troverà sempre più applicazione anche nelle attività di formazione e di addestramento delle Forze di Polizia e delle Forze Armate, che potranno così organizzare simulazioni di operazioni complesse e pericolose, senza far correre rischi al personale e a costi più contenuti.
Il programma di “Technology for All 2018”, intanto, è in fase di definizione. La manifestazione, organizzata da MediaGEO, si aprirà mercoledì 3 ottobre con un “workshop sul campo” in una zona
d’interesse archeologico a Roma, durante il quale saranno utilizzate sofisticate apparecchiature (georadar, laser scanner, ecc.) per rilievi e mappature. Giovedì 4 presso l’Istituto Superiore Antincendi si svolgerà invece il convegno inaugurale, che sarà seguito da una due giorni di sessioni dedicate al territorio, ai beni culturali e alle smart city. Previsti anche seminari e conferenze organizzati dalle aziende espositrici e attività dimostrative di nuovi sistemi e software. Oltre alla realtà aumentata, tante le nuove soluzioni e tecnologie al centro del forum, tra cui: droni, laser scanner, AnD (Analisi non Distruttive), BIM (Building Information Modeling), geodati, PNT (Positioning, Navigation, Timing) e analisi delle immagini.

Ulteriori informazioni su www.technologyforall.it


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4u9x

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

reti tecnologiche technologyforall satelliti telerilevamento openstreetmap trasporti misurazione INSPIRE Bentley multispettrale sensore apr landsat autocad posizionamento satellitare teorema servizi cantiere Bentley Systems qgis eGEOS modellazione 3d ambiente geomax in cantiere Stonex mappe hexagon scansione 3D top story agricoltura rilievo coste e-geos INTERGEO geodesia open geo data catasto termografia sentinel asi cosmo skymed geologia social media geomatica spazio smart city mare sar laser scanner realtà virtuale OGC esri italia sinergis storytelling smart mobility uav nuvole di punti topcon microgeo planetek geospatial cloud beidou energia fotogrammetria ortofoto oceanografia topografia Septentrio galileo rndt geolocalizzazione GIS menci Toponomastica urbanistica progettazione digital geography ISPRA smartphone rilievo 3d realta aumentata ingv codevintec esa lidar aerofotogrammetria terrelogiche terra e spazio droni Epsilon Italia archeologia uso del suolo monitoraggio cnr top beni culturali metadati Artificial Intelligence Here territorio faro gps BIM ict SIFET dati autodesk leica geosystems geofisica mobilita cartografia 3D arcgis protezione civile pianificazione geoportale scienze della terra CAD flytop osservazione dell'universo remote sensing open data dati geografici dissesto idrogeologico GNSS esri sicurezza terremoto flyr trimble utility big data app MapInfo osservazione della terra asita open source internet of things infrastrutture webGIS copernicus catasto europeo FOIF interferometria meteorologia Harris mobile mapping tecnologia

Recensioni

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps