I dati di Copernicus Sentinel 3 per il monitoraggio della qualità delle acque di balneazione

Stampa

Nell’ambito del progetto di ricerca TEMAR – “Tecniche e dispositivi per l’analisi e la valutazione del rischio di inquinamento delle acque di balneazione”, finalizzato alla messa a punto e sperimentazione di una metodologia per l'analisi e la valutazione del rischio di Inquinamento delle acque di balneazione, basata sulla capacità dei satelliti di telerilevamento ottico di rilevare caratteristiche biochimiche e fisiche delle acque di balneazione su ampie superfici e di validarle mediante misurazioni in-situ effettuate con droni acquatici, Epsilon Italia ha individuato i dataset satellitari ed i parametri da utilizzare per le finalità e gli obiettivi del progetto.

I due satelliti Sentinel-3 di Copernicus, limitatamente alle finalità di TEMAR, lanciati rispettivamente il 16/02/2016 (Sentinel-3A) ed il 25/04/2018 (Sentinel-3B) forniscono dati caratterizzati da elevata accuratezza e disponibilità a supporto di programmi di monitoraggio ambientale ed acquisiti attraverso i sensori disponibili a bordo dei due satelliti ed in particolare i sensori: OLCI (Ocean and Land Colour Instrument) ed SLSTR (Sea and Land Surface Temperature Radiometer). 

Per la caratterizzazione biochimica e fisica della acque di balneazione, obiettivo del progetto TEMAR, sono risultati utilizzabili (tra quelli disponibili) i seguenti prodotti/parametri:

Una iniziale selezione, mediante la definizione di parametri temporali e spaziali, dei dataset satellitari utili ai fini del Progetto TEMAR è stata effettuata attraverso le funzionalità del Web Service Sentinel-3 Marine CODA (Copernicus Online Data Access) sviluppato da EUMETSAT per la Commissione Europea e dedicato esclusivamente ai sensori disponibili nell’ambito della missione Sentinel-3: OLCI e SLSTR.

Il CODA consente, unitamente ad una preview del dataset e dei relativi metadati associati, il download dei dati nel formato Standard Archive Format for Europe (SAFE). La fase successiva di processing dei data è realizzata attraverso SNAP (Sentinel Application Platform) Desktop. E’ un ambiente, sviluppato da ESA, per l’utilizzazione, la visualizzazione, l’analisi ed il processing di un’ampia varietà di dataset acquisiti da satellite. In particolare, in ambiente SNAP, sono disponibili tools dedicati (Sentinel-3 Toolbox) per i dataset OLCI e SLSTR della missione Sentinel-3, grazie ai quali le variabili geo-bio-fisiche su menzionate sono adesso in fase di approfondite analisi.

Per maggiori informazioni visita: www.espilon-italia.it


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche