INSPIRE Priority datasets: nuove keyword per i metadati

Stampa

Il ‘reporting’ e il ‘monitoraggio’ costituiscono casi di utilizzo prioritario (cosiddetti “priority use case”) per lo sviluppo di prodotti di informazione ambientale a livello pan-europeo che siano di supporto alle politiche aventi un impatto diretto o indiretto sull'ambiente.

La Commissione Europea e l'Agenzia Ambientale Europea hanno concordato un elenco di dataset relativi agli obblighi di reporting ambientale aventi un ruolo primario nella gestione delle politiche ambientali europee. Sono i cosiddetti "set di dati prioritari" (“Priority datasets” in inglese) che gli Stati Membri devono rendere accessibili attraverso l'infrastruttura di dati territoriali europea (INSPIRE) in maniera graduale: dapprima codificati secondo modelli nazionali / tematici e poi (il prima possibile e comunque non oltre i tempi della INSPIRE roadmap) armonizzati secondo le Specifiche Dati della Direttiva INSPIRE.

L'obiettivo è migliorare la coerenza, la tempestività e la qualità dei dati oggetto di reporting e nel contempo ottimizzare i flussi di dati all’interno delle pubbliche amministrazioni, tra i vari Stati Membri e le organizzazioni governative ed europee, riducendo così l'onere di reporting degli Stati Membri anche nell’ottica di servizi pubblici di eGovernment integrati.

Nello scorso mese di Aprile è stata messa a punto una nuova procedura per trovare, filtrare e rendere disponibili i dataset prioritari nel geoportale INSPIRE, punto di accesso ai dati territoriali resi disponibili dagli Stati Membri.
Tale procedura fa uso di un “vocabolario controllato per l'elenco dei dataset prioritari INSPIRE” nel registro INSPIRE (http://inspire.ec.europa.eu/metadata-codelist/PriorityDataset).

L'utilizzo dell’elenco dei valori in esso contenuti come parole chiave all'interno di metadati INSPIRE (“metadata keywords”) è obbligatorio per i dataset appartenenti alla lista dei “priority datasets”.

Questa operazione di classificazione (“tagging”) garantirà di identificare i dataset ufficiali, cioè quelli -e solo quelli- riconosciuti dagli Stati Membri, e di renderli accessibili grazie all‘applicazione “Thematic Viewer – Priority datasets”  (per il momento disponibile solo in versione beta), che fa uso proprio di queste keyword per individuare i “priority datasets” tra i numerosi metadati presenti sul geoportale INSPIRE.

Per saperne di più, leggi il post sull’ INSPIRE Helpdesk.


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche