itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

Dimostrazione d'uso delle foto aeree storiche per la sicurezza e le voragini su GEOmedia

Le foto aeree storiche possono rappresentare un nuovo strumento per affrontare l’emergenza voragini sul territorio. A Roma l’osservazione stereoscopica delle immagini permette infatti di individuare le cavità sotterranee dovute alle attività estrattive di materiali da costruzione (tufi, pozzolane e ghiaie) che, nel corso dei secoli, sono stati utilizzati per edificare parte della Capitale.

E’ quanto emerge da uno studio, basato sulla documentazione conservata dall’Aerofototeca Nazionale e che sarà presentata anche in occasione di “Technology for All 2018”, quinta edizione del forum dedicato all’innovazione tecnologica per il territorio e l’ambiente, i beni culturali e le smart city. Questo evento si svolgerà a Roma dal 3 al 5 ottobre prossimi presso l’Istituto Superiore Antincendi (ISA), la scuola di alta qualificazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

I primi risultati della ricerca, realizzata dai geologi Gianluigi Giannella e Carlo Rosa, saranno anticipati sull'ultimo numero della rivista specializzata “GEOmedia”. La città di Roma è interessata da cavità sotterranee di origine antropica numerose ed estese, spesso connesse a preesistenze archeologiche sepolte (ipogei, mitrei, edifici sepolti, ecc.), altre rappresentate da catacombe, ma per la maggior parte conseguenti all’estrazione di materiali da costruzione. La principale causa dei crolli è dovuta proprio alla progressiva alterazione meccanica delle strutture portanti delle cave di pozzolana, favorita dalla percolazione di acqua e dalle vibrazioni del traffico di superficie. Grazie alle foto aeree storiche, risalenti anche ad un secolo fa, si possono rilevare sia i fronti delle cave a cielo aperto che gli ingressi delle cave sotterranee ancora attive nel momento dello scatto o non ancora interessate da fenomeni di riempimento sia naturali che antropici.
La ricerca anticipata sulla rubrica "Aerofototeca Nazionale" riporta a titolo di esempio una foto aerea risalente al 1934 dell’area delle Tre Fontane a Roma, la zona tra le vie Laurentina e Ardeatina famosa per l’attività estrattiva di pozzolana rossa, e la mette a confronto con una moderna foto satellitare della stessa area scattata nel 2017. Laddove ottanta anni fa il suolo era pieno di buche e avvallamenti connessi all’attività estrattiva, oggi è invece presente la città con i suoi edifici, le strade e le reti di servizi. L’attento studio delle varie immagini disponibili consentirebbe dunque di individuare le zone di Roma dove verificare se, in fase di costruzione, siano stati rimossi tutti gli elementi di pericolosità geologica e se quindi quelle costruzioni oggi siano sicure.
Puoi vedere l'ultimo numero di GEOmedia su http://geomediaonline.it 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4wdr

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

terremoto scansione 3D progettazione OGC uso del suolo planetek cloud Epsilon Italia trimble topografia ISPRA flyr INSPIRE big data nuvole di punti geofisica SIFET internet of things tecnologia faro CAD lidar catasto MapInfo open source laser scanner aerofotogrammetria in cantiere GNSS remote sensing cartografia top geoportale modellazione 3d smartphone leica geosystems dati geografici smart mobility reti tecnologiche meteorologia qgis GIS territorio apr Septentrio asita ingv dati esa geospatial sensore digital geography gps asi codevintec utility geomax storytelling monitoraggio coste misurazione Harris pianificazione open data open geo data metadati sentinel trasporti Bentley Here urbanistica FOIF spazio teorema geologia copernicus servizi esri italia Stonex openstreetmap oceanografia Toponomastica archeologia uav fotogrammetria protezione civile rndt termografia mare geodesia topcon sar menci landsat ambiente terrelogiche rilievo 3d realta aumentata top story mobile mapping posizionamento satellitare cosmo skymed cnr ortofoto dissesto idrogeologico autodesk terra e spazio realtà virtuale multispettrale microgeo beidou esri satelliti telerilevamento beni culturali osservazione della terra smart city 3D catasto europeo rilievo ict mappe flytop mobilita Bentley Systems interferometria webGIS app cantiere sinergis geomatica galileo agricoltura sicurezza hexagon social media infrastrutture technologyforall INTERGEO geolocalizzazione scienze della terra e-geos eGEOS autocad energia osservazione dell'universo BIM droni arcgis Artificial Intelligence
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps