itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
Comune di Fiumicino: confronto tra le sezioni di Censimento 1991 e quelle del 2001 e tra le sezioni di Censimento 2001 e quelle del 2011

Stiamo consumando il suolo con una velocità di 3 metri al secondo

Consumare suolo significa realizzare nuove coperture artificiali sul terreno naturale e in Italia il consumo continua a crescere, pur segnando un importante rallentamento negli ultimi anni che viene confermato dai dati più recenti. Nell’ultimo periodo le nuove coperture artificiali hanno raggiunto la velocità di 3 metri quadrati di suolo ogni secondo.

Dopo aver toccato anche gli 8 metri quadrati al secondo negli anni 2000, il rallentamento iniziato nel periodo 2008-2013 (tra i 6 e i 7 metri quadrati al secondo) si è consolidato negli ultimi anni (4 metri quadrati al secondo tra il 2013 e il 2015 e 3 metri quadrati al secondo nei primi mesi del 2016).
Potremmo dire che ci troviamo di fronte ad una inversione di tendenza per una ridotta velocità, tuttavia, il consumo di suolo continua a coprire irreversibilmente aree verdi con edifici, strade e altre infrastrutture anche attraverso l’espansione di aree urbane.
Nell'ipotesi di voler risparmiare il consumo di suolo, considerando l'esauribilità di questa risorsa, è opportuno aumentare l'intensità di utilizzo entro i limiti delle capacità di carico, sostenibili dal territorio.
E’ necessaria una programmazione attenta onde evitare drastici interventi quando non sarà più possibile recuperare il verde. Per effettuare una programmazione di questo tipo, occorre interpretare e sintetizzare i contesti territoriali delle diverse epoche, con analisi di indicatori territoriali. La storia dei cambiamenti sono la base di un piano territoriale, e la loro sintesi è un fattore determinante per individuare l’evoluzione di un paesaggio. Necessiteranno analisi di tipo geografico, in grado di misurare le variazioni di uso del suolo intercorse, a prescindere dalle ripartizioni amministrative esistenti.
Sebbene esistano numerosi studi in merito tra i quali annoveriamo i dati del Corine Land-Cover, il dato censuario è un’utile fonte in quanto le sezioni di Censimento riescono a riprodurre, con maggiore accuratezza, i Centri abitati, anche se risulta difficile distinguere al loro interno gli usi del suolo, quali parchi urbani o altre aree di maggior dettaglio. In questo il patrimonio informativo offerto dall'Istat è in grado di mostrare cambiamenti nell'uso del territorio Nazionale.
Un utile approfondimento di tale possibilità è offerto nell’articolo:
L’intensità dell’uso del suolo e la sua evoluzione attraverso i dati statistici: metodologie per un’analisi diacronica” di Marco Ciccacci, Giovanni Lombardo, Alberto Sabbi, Gianluigi Salvucci (ISTAT) disponibile su GEOmedia 2/2017 e consultabile online all’indirizzo:
https://www.geomediaonline.it/focus/263-l-intensita-dell-uso-del-suolo-e-la-sua-evoluzione-attraverso-i-dati-statistici-metodologie-per-un-analisi-diacronica  

Il consumo di suolo a cui ci si riferisce è riportato con maggior dettaglio su:
ISPRA (2017), Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici - Edizione 2017. Rapporti 266/2017.
http://www.isprambiente.gov.it/it/pubblicazioni/rapporti/consumo-di-suolo-dinamiche-territoriali-e-servizi-ecosistemici


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k43f3

Trimble Italia
Trimble Italia
VidaLaser

Naviga per temi

nuvole di punti terremoto uav modellazione 3d arcgis laser scanner fotogrammetria ortofoto Stonex misurazione flyr trasporti leica geosystems meteorologia CAD multispettrale geolocalizzazione top story Bentley top world osservazione della terra sensore SIFET rndt reti tecnologiche social media territorio asita catasto esri servizi flytop realtà virtuale planetek beidou cantiere qgis spazio mobilita Septentrio protezione civile cartografia mappe geospatial cnr storytelling scansione 3D hexagon dissesto idrogeologico monitoraggio topografia top oceanografia e-geos tecnologia energia GIS digital geography internet of things metadati openstreetmap open data mare Toponomastica open source termografia app uso del suolo sinergis rilievo 3d rilievo progettazione urbanistica interferometria smart mobility microgeo Harris scienze della terra big data realta aumentata asi geodesia geologia FOIF GNSS coste sentinel gps ISPRA codevintec satelliti infrastrutture apr archeologia autodesk INTERGEO INSPIRE remote sensing sicurezza dati terra e spazio 3D esa faro numerazione civica ambiente telerilevamento copernicus droni teorema Here geoportale geofisica mobile mapping smartphone formazione in cantiere smart city catasto europeo ict trimble eGEOS cosmo skymed aerofotogrammetria lidar webGIS beni culturali landsat agricoltura MapInfo BIM technologyforall OGC esri italia ingv geomax Epsilon Italia gestione emergenze posizionamento satellitare menci topcon osservazione dell'universo sar autocad geomatica pianificazione open geo data utility galileo dati geografici
Geofly Spark
Geofly Spark
GIS g3w suite Qgis
Roma Drone Conference 2019
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps