itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

Il Passaggio artico a Nord Est di Best Explorer: prima imbarcazione italiana che tenterà di completare il periplo dell’Artico

Best Explorer, al comando di Giovanni (Nanni) Acquarone, è stata la prima imbarcazione da diporto della storia della navigazione italiana che, nell’estate del 2012, ha superato con successo il leggendario Passaggio a Nord Ovest.

Scoperto tra il 1903 e il 1906 dal norvegese Roald Amundsen, il Passaggio a Nord Ovest è quell’itinerario marittimo che unisce l’oceano Atlantico all’oceano Pacifico passando attraverso il labirinto di isole e ghiaccio dell’arcipelago artico canadese (Nunavut), che si sviluppa ben al di sopra del Circolo Polare Artico.
Best Explorer, partita il 1° giugno 2012 da Tromsø – nel nord della Norvegia – ha terminato il suo viaggio a King Cove, sulla costa meridionale della penisola dell’Alaska il 14 ottobre dello stesso anno, dopo 140 giorni di navigazione e una distanza misurata sul mare di 8.181 miglia nautiche toccando la latitudine massima di 74°30’ Nord.
Da un punto di vista strumentale, la vicinanza del polo nord magnetico ha reso inutilizzabile la bussola per tutta la parte centrale del viaggio e la scarsità del segnale GPS, garantito fino alla latitudine di 70° nord, ha ulteriormente complicato le cose.
Dal punto di vista meteorologico, le previsioni si sono rilevate alquanto inaffidabili per l’estrema variabilità delle condizioni; lo scioglimento dei ghiacci che si manifesta di anno in anno con effetti diversi non semplifica la navigazione perché, per effetto delle correnti e dei venti, le enormi lastre di pack vanno ad intasare gli stretti passaggi tra un’isola e l’altra.
Tutta l’esperienza di viaggio è ora trascritta nel libro “Senza bussola fra i ghiacci”, edito da Mursia.
Dal 2012 ad oggi, Best Explorer ha navigato attraverso il Pacifico per finire, ad agosto 2017, nei pressi di Sorong nella Papua Occidentale (Indonesia).

Da sempre, a muovere Best Explorer non è solo lo spirito di competizione sportiva ma anche le finalità culturali e scientifiche.

Ora Best Explorer si accinge a compiere un’altra straordinaria impresa per ritornare in Europa. E lo farà superando sé stessa.
Nella primavera 2018, infatti, Best Explorer navigherà dall’Indonesia al Giappone prima di lanciarsi verso nord ad inizio estate 2018 e trovarsi nei pressi dello Stretto di Bering per la fine di luglio. Da lì, con l’intraprendenza che la distingue, affronterà nuovamente i ghiacci dell’Oceano Artico a nord della Siberia tentando di raggiungere Tromsø in Norvegia, località dalla quale era cominciata l’avventura del 2012.
Questo itinerario denominato Northern Arctic Sea Route (o Passaggio a Nord Est) di circa 8.400 miglia, con una durata prevista di circa 4 mesi, consentirà a Best Explorer – e al tricolore italiano – di completare il giro del mondo e, contestualmente, fregiarsi del titolo di prima imbarcazione italiana a compiere l’intero periplo dell’Oceano Artico (Norway To Norway).

Una volta portata a termine questa seconda spedizione artica, tra Nord Ovest e Nord Est, Best Explorer avrà navigato per circa 10.000 miglia nautiche (oltre 18.000 km) tra i ghiacci oltre il Circolo Polare Artico.
Le maggiori difficoltà di questa nuova Spedizione rispetto al Passaggio a Nord Ovest sono determinate dalla più alta latitudine da raggiungere di circa 77°50’ Nord a Capo Chelyuskin per alcuni importanti fattori.
Per quanto riguarda i servizi di geo localizzazione da satellite, il segnale GPS è certificato fino ai 70-72° Nord.
Un’altra difficoltà è costituita dalla presenza di ghiaccio che persiste permanentemente in molte aree del Passaggio, sicuramente a Capo Chelyuskin. Il supporto alla conoscenza della copertura dei ghiacci in mare (iceberg) sarebbe molto utile.
La batimetria di costa è affetta, nelle aree artiche, dal continuo cambiamento della costa a causa dei ghiacci. Infine, una ulteriore complessità è la scarsità di punti d’appoggio (ancoraggi o approdi) per pianificare approvvigionamenti alimentari, di acqua e di carburante ed eventuali cambi di equipaggio d’emergenza.
Come nella passata Spedizione, l’impresa del 2018 sarà una fonte inesauribile di dati scientifici sul magnetismo terrestre, sul funzionamento dei sistemi di puntamento satellitari, sulle comunicazioni radio a onde corte, oltre che sulle osservazioni circa lo stato di conservazione dei ghiacci e di quell’esile equilibrio ambientale capace di influenzare la presenza di specie animali e il clima sull’intero pianeta. È in questa direzione che va l’accordo di collaborazione raggiunto con ENEA che installerà a bordo di Best Explorer un fluorimetro marino. Le informazioni raccolte dall’esame dell’acqua di mare saranno utilizzate per ricalibrare i dati satellitari.

Best Explorer è aperta a proposte di progetti scientifici e culturali, da parte di aziende e istituzioni pubbliche e private, purché compatibili con gli spazi disponibili sulla barca e la navigazione in ambiente ostile.
Di fondamentale importanza e motivo di orgoglio per Arctic Sail Expeditions – ITALIA è il recente accoglimento della richiesta e la conseguente concessione del Patrocinio da parte del Ministero della Difesa alla nostra impresa.
Ad ultimo, essendo i costi da affrontare rilevanti e non potendo più sostenerli in modo autonomo, siamo alla ricerca di sponsor che possano sostenere economicamente e/o con forniture specifiche la spedizione nel Passaggio a Nord-Est.

Autori:

  • Giovanni Acquarone: Presidente di Arctic Sail Expeditions – ITALIA e Expedition Leader Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sito ufficiale: www.nordovestitalia.org
  • Salvatore Magri: Arctic Sail Expeditions – Board Member
  • Mario Caporale: Vice Presidente Spazio Istituto Italiano di Navigazione

 


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4wh3

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
GIS g3w suite Qgis

Naviga per temi

FOIF ISPRA droni flytop storytelling internet of things meteorologia top story esri termografia catasto europeo progettazione Toponomastica Epsilon Italia monitoraggio urbanistica landsat dati gps Harris sar smart city Bentley Systems cloud GNSS terrelogiche asita modellazione 3d protezione civile rilievo 3d mappe BIM in cantiere leica geosystems arcgis GIS planetek remote sensing telerilevamento geofisica rndt interferometria Here big data coste aerofotogrammetria spazio asi geolocalizzazione dissesto idrogeologico sinergis qgis ambiente geomax realtà virtuale sicurezza webGIS geodesia servizi Artificial Intelligence topcon trasporti cartografia cantiere apr topografia terremoto mobile mapping uso del suolo geospatial metadati catasto misurazione fotogrammetria reti tecnologiche INSPIRE galileo autodesk oceanografia esri italia faro pianificazione energia lidar uav geologia copernicus terra e spazio Bentley social media scienze della terra hexagon agricoltura digital geography osservazione dell'universo Stonex esa beni culturali smartphone e-geos geomatica technologyforall teorema realta aumentata tecnologia smart mobility infrastrutture cosmo skymed codevintec laser scanner OGC utility flyr beidou archeologia rilievo 3D cnr scansione 3D satelliti open data mare geoportale open geo data mobilita sensore ict territorio SIFET openstreetmap app CAD osservazione della terra dati geografici multispettrale eGEOS INTERGEO open source ortofoto ingv menci MapInfo Septentrio microgeo nuvole di punti trimble autocad sentinel top posizionamento satellitare
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019
Geofly Spark
Geofly Spark

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps