itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

Contest Open Data Sardegna si rivolge a cittadini, scuole, università e imprese dell'Unione Europea

Open data, la Regione promuove Contest rivolto ai cittadini, mondo della scuola e dell'Università. La Giunta considera il rafforzamento del sistema dei dati aperti un passaggio fondamentale per far crescere i livelli di trasparenza della pubblica amministrazione.

Si chiama Contest Open Data Sardegna. E' un concorso promosso dalla Regione, attraverso l'assessorato degli Affari Generali, in collaborazione con Formez PA, nell'ambito del progetto “OpenRas: dati aperti per la trasparenza e l'accountability". L'iniziativa è rivolta a cittadini singoli o associati, scuole, università e imprese dell'Unione Europea con l'intento di favorire lo sviluppo di servizi innovativi, basati sui dati esposti in formato aperto sul portale Open data http://opendata.regione.sardegna.it/, e valorizzare il patrimonio informativo pubblico. 

Il Contest Open Data Sardegna vuole dare visibilità e il meritato riconoscimento alle più interessanti proposte di riuso dei dataset esposti dalla Regione sul suo portale in una delle seguenti categorie: applicazioni, utilizzabili da smartphone, tablet o desktop in grado di offrire un servizio utile ai cittadini, studenti e imprese ma anche alla stessa amministrazione regionale; rappresentazioni visuali dei dati, in grado di offrire una lettura facilitata dei dati stessi (infografica); articoli di Data Driven Journalism, elaborati di taglio giornalistico, a partire dai dati pubblicati nel catalogo Open Data della Regione Sardegna utilizzati anche in integrazione con altre fonti; dati geografici, applicazioni per la rappresentazione di dati geo-riferiti, a partire da quelli pubblicati nel catalogo Open Data della Regione Sardegna. 

"La Giunta - dichiara l'assessore degli Affari Generali Filippo Spanu - considera il rafforzamento del sistema dei dati aperti un passaggio fondamentale per far crescere i livelli di trasparenza della pubblica amministrazione. Il nostro sistema, con un portale che acquista contorni sempre più definiti, è a disposizione di tutti e non solo di una ristretta cerchia di specialisti Siamo di fronte a uno strumento dalle grandi potenzialità che apre la strada a nuove sfide per molti giovani sardi che in questo ambito possono trovare nuove opportunità di lavoro. Il progetto OpendataRas, voluto e sostenuto dalla Giunta, si inserisce in un percorso che rende i cittadini più informati e consapevoli e migliora la qualità dei servizi con il supporto delle piu' recenti innovazioni tecnologiche. Il Contest è un modo per promuovere la conoscenza degli open data della Regione e per valorizzarli in modo dinamico con il contributo dei cittadini, del mondo della scuole e dell'università". 

La scadenza del contest. 
Le proposte di riuso dei dataset devono essere presentate entro il prossimo 21 gennaio. 

È prevista l’assegnazione di un premio per i vincitori di ciascuna delle quattro categorie. In palio tablet e kit per robotica. Scuole e Università concorrono in una categoria dedicata. 
Una giuria composta da esperti qualificati valuterà le proposte candidate con l’obiettivo di premiare quelle che meglio rispondono alle finalità del contest. Per ciascuna delle categorie di concorso verrà stilata una graduatoria. L'invio della proposta di utilizzo dei dataset deve avvenire, attraverso il modulo presente sul sito http://contest.formez.it. L’annuncio delle proposte vincitrici verrà fatto in occasione dell’evento conclusivo del progetto “OpenRAS: dati aperti per la trasparenza e l’accountability” che si terrà nel mese di febbraio 2018. 

I dati aperti. La pubblica amministrazione pubblica produce, raccoglie, elabora e diffonde una grande quantità di informazioni che testimoniano la presenza delle istituzioni pubbliche nella società. Alcuni dati sono soggetti a vincoli precisi, quali la sicurezza nazionale o la tutela della privacy, altri invece possono essere diffusi. Gli Open Data (o “Dati Aperti”) sono alcune tipologie di dati liberamente accessibili e privi di restrizioni che possono essere analizzati e riusati da privati e cittadini. 

Con la delibera del febbraio del 2014 la Giunta guidata da Francesco Pigliaru ha avviato un processo finalizzato all'adozione di un Piano d'Azione per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico della Regione e degli Enti Locali. Nel 2015, con un'alltra delibera,l'esecutivo ha approvato le Linee guida regionali sugli Open Data per la formalizzazione dei principi e degli aspetti tecnico-organizzativo da applicarsi al riuso e interscambio dei dati aperti tra le pubbliche amministrazioni. I dataset attualmente disponibili sono 759. 

Il portale dei dati aperti è curato dal Servizio dei sistemi informativi di base e applicativi della Direzione degli Affari Generali e della Società dell'Informazione. Recentemente si è arricchito di nuovi dataset che riguardano i trasporti e il turismo. I dataset trasporti sono relativi alle segnalazioni di disservizi, mentre quelli sul turismo riguardano i movimenti turistici suddivisi per comune e provincia. 

Tutti i cittadini interessati al tema del riuso dei dati aperti possono approfondire i contenuti del Contest Open Data Sardegna attraverso un ciclo di seminari online (webinar). 

http://opendata.regione.sardegna.it/


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k43yx

Vedi anche

Trimble Italia
Trimble Italia
VidaLaser

Naviga per temi

topcon top story laser scanner tecnologia lidar webGIS termografia cnr ISPRA cantiere open geo data osservazione della terra geomatica ortofoto internet of things eGEOS GNSS smart city microgeo cartografia dati geografici geoportale gestione emergenze sinergis formazione FOIF trasporti codevintec smartphone agricoltura technologyforall copernicus storytelling arcgis e-geos faro social media galileo sensore leica geosystems catasto europeo rilievo 3d Here esri italia CAD gps urbanistica SIFET flyr ict Bentley geologia menci sar open source oceanografia modellazione 3d multispettrale scansione 3D mobile mapping asi rndt planetek esri telerilevamento beni culturali trimble beidou cosmo skymed asita mappe in cantiere dati app smart mobility Stonex top progettazione osservazione dell'universo meteorologia sentinel territorio dissesto idrogeologico scienze della terra realtà virtuale nuvole di punti autodesk Harris big data sicurezza numerazione civica remote sensing terremoto uso del suolo archeologia energia terra e spazio aerofotogrammetria top world uav topografia geospatial satelliti catasto realta aumentata 3D spazio coste hexagon posizionamento satellitare INSPIRE landsat servizi monitoraggio BIM mobilita flytop geofisica apr GIS OGC metadati ambiente INTERGEO geolocalizzazione droni qgis mare openstreetmap Toponomastica geodesia reti tecnologiche misurazione fotogrammetria ingv interferometria geomax pianificazione autocad Epsilon Italia infrastrutture open data digital geography teorema utility MapInfo protezione civile Septentrio rilievo esa
Geofly Spark
Geofly Spark
GIS g3w suite Qgis
Roma Drone Conference 2019
Geospatial World Forum 2019
GeoBusiness 2019

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps