NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo 


itarzh-CNenfrdejaptrues
Giovedì, 05 Ottobre 2017 15:31

Particelle Catastali, Unità Amministrative e Indirizzi in conformità ai modelli INSPIRE: il buon esempio arriva dalla Spagna

Redazione GEOmedia

Tra i dati interessati dalla prossima scadenza INSPIRE del 23 Novembre 2017 – che prevede la fornitura attraverso servizi di web di dati conformi alle Regole Implementative della Direttiva – ci sono quelli relativi alle ‘Particelle Catastali’, alle ‘Unità Amministrative’ e agli ‘Indirizzi’.

La fornitura di questi dati, così come di tutti quelli appartenenti ai temi dell’Allegato I, è particolarmente importante, in quanto essi costituiscono ‘reference data’ (dati di riferimento), vale a dire consentono di collegare e / o indirizzare altre informazioni che appartengono a temi più specifici, come ad esempio ‘Uso del suolo’ o ‘Zone a rischio naturale’.

I soggetti interessati dalla scadenza sono soprattutto gli enti pubblici e le pubbliche amministrazioni, che gestiscono la maggior parte dei dati territoriali, ma anche enti privati che forniscono servizi di acquisizione, gestione, pubblicazione di dati territoriali.

L’adeguamento alla Direttiva INSPIRE deve e può trasformarsi in una occasione per l’ottimizzazione delle risorse georiferite, per il miglioramento dei servizi offerti al cittadino e, ultimo ma non meno importante, in un’occasione di business per le imprese. 

Tra gli esempi presentati durante l’ultima conferenza INSPIRE, spicca sicuramente l’esempio del Centro Nazionale per le Informazioni Geografiche in Spagna (CNIG), che si occupa dello sviluppo dell’Infrastruttura Nazionale per i Dati Territoriali spagnoli (IDEE). Punto di partenza per loro è stata la buona esperienza della Dirección General del Catastro, la prima organizzazione in Europa ad offrire libero accesso ad informazioni catastali basate sul soddisfacimento dei requisiti della Direttiva INSPIRE e della legge spagnola in materia di accesso elettronico dei cittadini ai servizi pubblici. 

“Avere un modello di dati omogeneo completo, interoperabile e digitale basato sul rispetto dei requisiti della Direttiva INSPIRE per l'intero territorio nazionale si è dimostrato un’arma vincente con milioni di persone che accedono ormai ogni giorno ai dati territoriali attraverso applicazioni client sia per dispositivi desktop che per dispositivi mobili. Implementare INSPIRE non ha significato solo sviluppo di software per la creazione di servizi di ricerca, visualizzazione e download, ma soprattutto coordinamento degli sforzi, accordo sui costi o sulle licenze, nuove modalità di acquisizione dei dati e soprattutto diffusione della filosofia di condivisione delle risorse alla base di INSPIRE”, ha affermato Emilio López, Direttore del Centro Nazionale per le Informazioni Geografiche.

Attuare INSPIRE in modo efficiente, efficace e sostenibile non è più una missione impossibile. In questo ambito, iniziative quali l’INSPIRE Helpdesk, ideato e gestito da Epsilon Italia come follow-up del progetto smeSpire, sono di supporto per tutti i soggetti interessati a vario titolo dagli obblighi della Direttiva INSPIRE.

Essere pronti per la scadenza del 23 Novembre? Si può.

Fonte: Epsilon Italia


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/kw9hx



Trimble Italia
Trimble Italia

ESA - Immagine della settimana

Leica Viva

Naviga per temi

3D agricoltura ambiente app apr arcgis archeologia asi atmosfera autocad autodesk bacino idrico beni culturali Bentley big data BIM CAD cantiere cartografia catasto catasto europeo cnr codevintec copernicus cosmo skymed coste dati dati geografici diga digital geography dinosauri dissesto idrogeologico droni eGEOS emergenze energia esa esri esri italia eventi falsi colori faro fiume FLIR flyr formazione fotogrammetria galileo geodesia geofisica geolocalizzazione geologia geomatica geomax geomedia geospatial ghiacciaio GIS GNSS gps hackathon Harris hexagon ict in cantiere incendio infrastrutture ingv INSPIRE interferometria INTERGEO Intergraph internet of things ISPRA lago laser scanner leica lidar mappe mare metadati meteorologia misurazione mobile mapping mobilita modellazione 3d monitoraggio nuvole di punti oceanografia open data open geo data open source openstreetmap ortofoto osservazione dell'universo osservazione della terra penisola pianificazione planetek posizionamento satellitare progettazione protezione civile qgis radar realta aumentata realtà virtuale regioni remote sensing reti tecnologiche rilievo rilievo 3d rischio rndt sar satelliti scansione 3D scienze della terra sensore sentinel servizi sicurezza sinergis SINFI smart city smart mobility smartphone social media spazio stazione totale storytelling supergis technologyforall tecnologia telerilevamento termografia terra e spazio terremoti territorio top topcon topografia trasporti trimble uav UNESCO urbanistica uso del suolo utility vulcani webGIS
GEOforALL @rivistageomedia

Video del mese

Video TFA

Video intervista del mese

GEOWEB
GeoBusiness 2018

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!
captcha 

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO soc. coop.

Via Palestro, 95 - 00185 Roma

Tel. +39 06.64.87.12.09   

Fax +39 06.62.20.95.10

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per ulteriori informazioni consulta la Privacy Policy oppure i nostri Termini di utilizzo