Al Copernicus Marine Week per conoscere lo stato dei nostri mari

Stampa

 Si terrà a Bruxelles il 25-29 settembre 2017, l'evento Copernicus Marine Week.

COPERNICUS è il programma europeo di osservazione e monitoraggio della Terra. Attraverso il programma, l'UE mira a realizzare una capacità autonoma e operativa di osservazione della Terra (infrastrutture di osservazione spaziale e in situ) e operando sei diversi servizi: monitoraggio marino, atmosfera, terra e clima, e supporto per i servizi di emergenza e di sicurezza.

Affidato a Mercator Ocean, l'EU Copernicus Marine Service (CMEMS) fornisce un accesso pieno e libero alle informazioni di riferimento sullo stato fisico e sugli ecosistemi marini per gli oceani a livello globale e i mari regionali europei (temperatura, correnti, salinità, altezza del mare, ghiacci, nutrienti, ecc.).

La Marine Week è un forum aperto destinato a coloro che sono interessati, ai contributori e ai beneficiari del servizio marittimo dell'UE e oltre. È quindi aperto a istituzioni, agenzie, soggetti regionali, imprenditori, fornitori di servizi e scienziati.

Lo scopo della settimana è quello di presentare i principali risultati ottenuti dal CMEMS per quanto riguarda l'economia, le sfide sociali, la scienza e la leadership dell'UE a livello mondiale e si propone anche di proporre prospettive future di CMEMS ai vantaggi degli Stati membri, delle regioni e della società in generale.

Planetek Italia partecipa alla Marine Week presentando le ultime soluzioni di osservazione della Terra per il monitoraggio marino-costiero e focalizzando l'attenzione sul servizio Marine erogato dal portale Rheticus.
Rheticus Marine, il servizio di geoinformazione ad alte prestazioni per il monitoraggio della qualità delle acque costiere, è alimentato da flussi di informazioni provenienti dal servizio di monitoraggio dell'ambiente marino di Copernicus (CMEMS).

Per saperne di più sulla Copernicus Marine Week visita il sito http://www.copernicusmarineweek.eu

Fonte: Planetek Italia


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche