itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target
La città di Katmandu ed i suoi dintorni (Nepal)

ESA - Immagine della settimana: Katmandu (23 Ottobre 2016)

Nell’immagine satellitare che proponiamo questa settimana ai nostri lettori viene mostrata una parte del Nepal, che include la sua capitale  Katmandu e le basse alture che si trovano ai piedi dell’Himalaya (guardala/scaricala in alta risoluzione).

L’immagine è del tipo a falsi-colori in cui la vegetazione appare di colore rosso, mentre i corsi d’acqua e gli edifice appaiono di colore verde chiaro e blu.

Circondata da ben quattro sistemi montuosi, la valle di Katmandu - visibile nella parte alta dell’immagine -  è stata decretata  dall’UNESCO  come Sito Patrimonio dell’Umanità per via dei suoi templi e dei suoi monumenti. Tuttavia, alcune di queste strutture sono crollate durante il terremoto che nell’aprile del 2015 ha colpito la regione, mietendo migliaia di vite e causando danni diffusi in tutta la valle.

Tra le entità più facilmente riconoscibili in una immagine satellitare ci sono gli aeroporti: le piste dell’ Aeroporto Internazionale di  Tribhuvan sono chiaramente visibili in prossimità del centro della valle.

Una  strada tangenziale corre attorno alla città di Katmandu e ad alcuni centri urbani circostanti: a partire dalla punta meridionale delle piste aeroportuali possiamo seguire la strada a sud prima del suo cambio di direzione verso  nord-ovest per proseguire attorno alla città.

Questa immagine  mostra uno scorcio della varietà del territorio del Nepal: dalle montagne a nord fino alle pianure a sud. Possiamo osservare come l’acqua scende dalle montagne formando grandi fiumi che tagliano la piana forestale ed possiamo anche notare la presenza alcune aree dedicate all’agricoltura.

La parte più bassa dello scenario appare maggiormente sfocata rispetto allo scenario montuoso in quanto l’umidità in pianura è più alta.

Questa imagine è stata catturata dal satellite Sentinel-2A del Programma Copernicus il 28 dicembre 2015.

 

---

 

Kathmandu

Part of Nepal including its capital city, Kathmandu, and the Himalayan foothills are pictured in this satellite image.

Vegetation appears red in this false-colour image, while waterways and buildings appear light green and blue.

Surrounded by four mountain ranges, Kathmandu valley at the top of the image is recognised as a UNESCO World Heritage Site for its temples and monuments. However, some of these sites collapsed during the April 2015 earthquake that struck the region, claiming thousands of lives and causing widespread damage throughout the valley.

One of the easier features to pick out of satellite images are airports, and the runways of the Tribhuvan International Airport are clearly visible near the centre of the valley.

A ‘ring road’ runs around central Kathmandu city and parts of surrounding cities, and from the southern tip of the airport runways we can follow the road south before it changes direction northwest and continues around the city.

This image demonstrates just a slice of Nepal’s varied terrain: from the mountains to the north to the plains in the south. We can see how water runs off of the mountains, forming large rivers that cut through the forested plain, with some areas of agriculture.

The lower part of the image appears hazier than the mountainous areas because humidity is higher in the plains.

This image was captured by the Copernicus Sentinel-2A satellite on 28 December 2015.

(Fonte: ESA - Image of the week: "Kathmandu". Traduzione: Gianluca Pititto)


 Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

Reach RS2
DJI
VidaLaser

Naviga per temi

Harris ambiente spazio geomax geospatial realta aumentata flytop catasto europeo aerofotogrammetria top droni ict dissesto idrogeologico servizi laser scanner rischio asita utility in cantiere sentinel osservazione della terra esa 3DTarget reti tecnologiche hexagon qgis agricoltura mare sicurezza catasto geolocalizzazione open source arcgis telespazio GIS posizionamento satellitare geofisica leica openstreetmap FOIF big data cosmo skymed rndt CAD beni culturali sensore stazione totale rilievo 3D leica geosystems geoportale nuvole di punti termografia INTERGEO geodesia misurazione top world rilievo 3d apr ricevitori technologyforall pianificazione mobilita INSPIRE telerilevamento open geo data tecnologia Toponomastica webGIS monitoraggio satelitare terra e spazio sar faro sinergis internet of things protezione civile oceanografia meteorologia trasporti asi tecnologie avanzate autocad drone territorio progettazione ISPRA uso del suolo terremoti Epsilon Italia cnr digital geography scienze della terra gestione emergenze monitoraggio mobile mapping fotogrammetria cartografia satelliti app BIM coste gps GTER smart mobility uav dati geografici galileo modellazione 3d Bentley osservazione dell'universo topografia remote sensing energia infrastrutture mappe esri italia intelligenza artificiale formazione cantiere smartphone GNSS urbanistica autonomous vehicle smart city terremoto scansione 3D open data trimble ortofoto terrelogiche Stonex geomatica copernicus eGEOS esri codevintec microgeo lidar interferometria metadati topcon archeologia storytelling autodesk planetek teorema dati ingv realtà virtuale geologia
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy