Maggiore integrazione tra Topcon e software di scansione Autodesk

Stampa
Topcon Positioning Group annuncia una maggiore integrazione nel flusso di dati "reality" Autodesk e Topcon, ideato per migliorare l’efficienza dei progetti. I dati di scansione grezzi del laser scanner Topcon GLS-2000 adesso potranno essere importati direttamente in Autodesk ReCap 360 e ReCap 360 Pro senza il bisogno di passaggi intermedi di conversione software.
 
Questa integrazione è stata realizzata per semplificare l’analisi delle nuvole di punti per individuare rapidamente eventuali conflitti, variazioni di misurazione e apportare modifiche nei vari stadi di un progetto di costruzioni.

“Con la soluzione BIM di Topcon e Autodesk, gli utenti adesso possono accelerare il processo importando direttamente i propri dati di scansione in ReCap 360 e 360 Pro per ogni fase dell'elaborazione della nuvola di dati: registrazione (solo Pro), pulizia, indicizzazione, segmentazione e altro ancora,” ha dichiarato Charles Rihner, vice presidente di Topcon GeoPositioning Solutions Group. “Una volta immessi in ReCap 360 o Pro, i dati raccolti con Topcon GLS-2000 saranno pronti per essere utilizzati in qualsiasi soluzione software Autodesk come AutoCAD, Revit, Inventor, Navisworks, InfraWorks e 3ds Max.”

Topcon_GLS-2000_2.jpg

Il flusso di lavoro del sistema “Cattura, Elabora e Collabora” è stato realizzato per consentire agli utenti di arrivare più rapidamente allo stadio di collaborazione offrendo ai propri clienti il valore della nuvola di punti.

“Con queste nuove versioni di ReCap 360 e Pro, adesso il nostro flusso di lavoro di raccolta dati è ancora più veloce e consente ai nostri utenti di ottenere dati più accurati da e verso il campo con una rapidità mai vista prima,” ha dichiarato Charles Rihner.

(Fonte: Topcon positioning)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche