Harris
3D Target

Il drone subacqueo OpenROV v 2.8 alla ricerca del Galeone di Pesaro

Un drone subacqueo alla ricerca del “Galeone” di Pesaro, nave di fine ‘700 ancora sommersa in 3,50 metri di profondità a circa 150 metri dalla spiaggia nelle vicinanze della Palla di Pomodoro.

Questo strumento tecnologico, innovativo e a basso costo, sarà l’indispensabile aiuto al servizio del nostro Patrimonio Culturale durante la Veleggiata che la SEAM Associazione Socio Culturale A.P.S., in collaborazione con la Compagnia Teatro a martello, organizzerà – dal 25 giugno al 10 settembre p.v. – lungo la costa dell’Adriatico, con una ciurma formata esclusivamente da ragazzi delle scuole elementari e medie, provenienti da tutta Italia (diversamente abili inclusi). L’obiettivo del progetto, oltre a voler unire Avventura, Cultura e Natura, è quello di raccogliere fondi per creare il 1° Parco Archeologico Subacqueo pro #GaleonePesaro.

“Il drone subacqueo - racconta Alessio Canalini che dell’iniziativa è l’ideatore e organizzatore – è un piccolo robot creato da una società open source americana che i ragazzi potranno pilotare con un semplice joystick per esplorare gli ambienti marini. Si tratta di uno strumento concepito dalla passione di due giovani ricercatori americani che nel 2012 hanno deciso di creare un robot subacqueo finanziandosi attraverso un progetto di crowdfunding e recuperando in breve tempo i 10000 dollari destinati alla messa a punto. Successivamente, i fondatori si sono inseriti ammirevolmente nel mercato perfezionando il proprio progetto all’interno di una community internazionale chiamata “Open Rov” che si sta ampliando velocemente in tutto il mondo. Sono inoltre riusciti a raccogliere più di $800000,00 per lo sviluppo della nuova versione di drone subacqueo, il 'TRIDENT' che attualmente stanno producendo in serie per distribuirlo entro fine 2016 alle migliaia di persone che l'hanno ordinato e che da noi arriverà nel 2017. A rappresentarla in Italia è proprio la Seam APS, insieme a FabLab di Pesaro e il Dive Store di Riccione.”

Il modello che verrà utilizzato durante la veleggiata dei giovani marinai è l’OpenROV v 2.8, uno strumento alla portata di tutti e dovunque (poiché inclusore sociale e abbattitore delle barriere architettoniche), il cui sviluppo e i cui progressi tecnici sono frutto del lavoro di ogni membro della community.

“Il nostro obiettivo – continua Canalini - è portarlo nella maggior parte delle scuole italiane, già a partire dalle elementari, con progetti web 3.0; essendo un kit, è possibile assemblarlo a scuola con l'aiuto degli insegnanti e noi di OpenROV in Italia. Poi, una volta montato, saranno gli stessi alunni a pilotarlo in mare/lago per esplorare i fondali con progetti mirati e condivisi con i vari istituti scolastici... In fondo bisogna considerare che il mare ricopre i 3/4 del globo e noi, ne abbiamo esplorato appena il 5%... quindi c’è ancora un potenziale enorme da scoprire!”

OpenROV, congegno sicuramente utile ad incrementare la ricerca internazionale nel settore e a creare nuove opportunità di lavoro per le prossime generazioni, sarà ufficialmente presentato al Maker Faire di Roma il prossimo autunno. Nel frattempo i ragazzi potranno già da questa estate vivere sul veliero, insieme al drone e ad un gruppo di educatori e teatranti una meravigliosa e trasversale esperienza – tra didattica e divertimento (in una parola edutainment) - all’insegna della novità.

La veleggiata è un’iniziativa realizzata con il patrocinio del Comune di Pesaro e di Legambiente Pesaro e Marche; in collaborazione con il Comitato della Nautica da Diporto di Pesaro, dell’AICS Pesaro - Urbino e Marche (Associazione Italiana Cultura Sport), il FabLab Pesaro, il Dive Store Riccione, ENS Marche (Ente Nazionale Sordi) e Dammi La Mano Associazione genitori di Gabicce Mare.

Per maggiori informazioni sul drone e sulla community.

(Fonte: Seam APS)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/k4c99

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

VidaLaser

Naviga per temi

webGIS sentinel droni leica technologyforall top telerilevamento rilievo modellazione 3d satelliti GIS tecnologia INTERGEO geolocalizzazione gps remote sensing smart mobility osservazionedella terra teorema smartphone mobile mapping in cantiere ambiente internet of things catasto sinergis planetek mare slam INSPIRE interferometria open geo data esri mobilita geoportale realtà virtuale Stonex terra e spazio GNSS geologia cosmo skymed scansione 3D servizi catasto europeo geofisica esri italia pianificazione FOIF app uav 3DTarget agricoltura trimble osservazione della terra open source terremoto laser scanner geodesia Digital Twins cartografia dati geospaziali archeologia openstreetmap drone reti tecnologiche CAD copernicus galileo osservazione dell'universo posizionamento satellitare esa tecnologie avanzate sar nuvole di punti protezione civile geomatica vidalaser Toponomastica sicurezza BIM 3D arcgis dati asita geomax faro beni culturali flytop monitoraggio satelitare big data meteorologia open data ict metadati rndt rischio topografia storytelling qgis realta aumentata energia stazione totale ingv informazione geografica mappe aerofotogrammetria rilievo 3d dissesto idrogeologico formazione ortofoto ISPRA dati geografici scienze della terra cantiere topcon urbanistica GTER cnr intelligenza artificiale monitoraggio progettazione coste territorio misurazione autodesk uso del suolo spazio lidar termografia apr hexagon digital geography fotogrammetria leica geosystems codevintec microgeo utility ricevitori geospatial Harris oceanografia gestione emergenze autocad infrastrutture asi sensore Epsilon Italia smart city terrelogiche trasporti
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy