ISPRA realizzerà le prime mappe delle aree di Roma più soggette all'inquinamento acustico

Stampa
La convenzione tra ISPRA e Roma Capitale, siglata nei giorni scorsi, darà vita alla prime mappe della popolazione romana più esposta a rumore e al relativo piano di interventi che l’Amministrazione metterà in atto.

L’accordo nasce dalla necessità di Roma Capitale, individuata dalla Regione Lazio quale autorità competente, di adempiere alla direttiva europea che prevede l’elaborazione quinquennale della Mappatura Acustica Strategica e, nell’anno successivo, del Piano di Azione dell’agglomerato di Roma.

Con riferimento alle prime scadenze (anni 2007 e 2008), Roma Capitale è stata una delle prime grandi città d’Europa a trasmettere i dati sulla popolazione esposta nel proprio territorio. La Commissione Europea ha, però, chiesto all’amministrazione ulteriori integrazioni, con una mappatura ancora più completa da predisporre in tempi strettissimi.

Queste le motivazioni alla base dell’accordo firmato nella sala delle Bandiere del Campidoglio: considerando la pluriennale esperienza dell’Istituto nella materia specifica, Comune di Roma e ISPRA hanno quindi condiviso un rapporto convenzionale per definire una stretta collaborazione tra il Comune di Roma e l’ISPRA affinché congiuntamente, ciascuno contribuendo con le proprie professionalità, le dotazioni hardware e software e le informazioni di cui si dispone, si possa procedere entro due mesi dalla firma, alla realizzazione del primo prodotto.

(Fonte: ISPRA)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche