Il futuro dell'osservazione della Terra da satellite

Stampa

Il panorama attuale dell’Osservazione della Terra, il programma Copernicus e la politica dei dati aperti, le missioni di O.T. del futuro, l’evoluzione dell’offerta dei servizi: dai dati alle informazioni. Diamo uno sguardo allo scenario attuale e futuro, attraverso una video intervista a Giovanni Sylos Labini, CEO di Planetek Italia e una breve guida sul blog di Massimo Zotti.

Qual è lo scenario attuale dei satelliti in orbita per l'osservazione della Terra, e come l’avvento dei mini-satelliti sta cambiando le regole del gioco, e l’economia dei servizi spaziali? E cosa cambia nel mercato dell’osservazione della Terra con la disponibilità dei dati satellitari open delle missioni Sentinel del programma europeo Copernicus? Giovanni Sylos Labini racconta gli scenari futuri in questa breve intervista: guarda il video sul canale youtube di Planetek Italia: https://youtu.be/lItTe3cL2gQ

“Il presente e il futuro dell’osservazione della Terra da satellite” è invece il titolo di una breve guida in quattro puntate che Massimo Zotti, Head of Government & Security SBU di Planetek Italia, ha realizzato e pubblicato nel mese di ottobre 2015 sul proprio blog www.massimozotti.it
Indispensabile per chi vuol avere una visione d’insieme sull'attuale disponibilità di dati e sulle opportunità nell'immediato futuro, la guida è disponibile all'indirizzo http://www.massimozotti.it/2015/10/presente-e-futuro-osservazione-terra.html


(Fonte: Planetek Italia)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche