itzh-CNenfrdeptrues
Il Cairo (Egitto)

ESA - Immagine della settimana: Fertilità del Delta del Nilo (8 Novembre 2015)

L’immagine satellitare che pubblichiamo questa settimana è stata ottenuta da Sentinel-2A il 13 Agosto scorso e mostra la città del Cairo, in Egitto (guardala/scaricala in alta risoluzione).

Il Cairo è la capitale dell’Egitto ed è una delle più grandi città dell’Africa. Esiste da oltre 1000 mille anni nello stesso sito lungo le rive del Nilo. Collocata nel settore nord-orientale del paese, il Cairo  è un transito verso il Delta del Nilo.

Il fiume Nilo è l’origine dei fiumi africani ed è anche il più lungo fiume del mondo. Con una lunghezza di 6650 km il fiume scorre a sud dell’Equatore in direzione nord, attraversando il nord-est dell’Africa e sfociando infine nel Mar Mediterraneo.

Il fiume è responsabile del forte contrasto che osserviamo nell’immagine. La fertilità dovuta al fiume permette prosperità al popolo egiziano nonostante l’arido deserto circostante. Il Nilo ha sempre distribuito la quantità di acqua necessaria a trasformare il deserto in terreno lussureggiante, dove si coltivano abbondantemente prodotti quali pomodori, patate, canna da zucchero, riso e cotone. Per questo il Delta del Nilo risulta tra le  aree di produzione agricola più fertili al mondo.

Nell’immagine appare molto chiara la linea di confine tra i terreni verdeggianti ed il deserto di colore giallo-marrone. Si può notare come l’area è più verde sul lato ovest, dove il terreno è più pianeggiante e per questo risulta irrigabile più facilmente dei territori ad est, che sono più elevati.

La città del Cairo mostra forti contrasti. Lungo le rive ben irrigate il verde rivela la densa vegetazione, mentre le aree grigie ci mostrano la densità dell’agglomerato urbano. Diversamente, nelle zone più vecchie ad est dominano i colori marrone ed ocra ai piedi del Deserto Orientale e delle rocciose Colline di Muqam.

La città si presenta come una continua miscela di antico e moderno. Le Piramidi di Giza, erette su un plateau roccioso sulla riva occidentale del Nilo, si trovano al confine sud-occidentale della città, mentre il più antico obelisco pervenuto ai nostri giorni si trova a nord-est e caratterizza il sito chiamato Heliopoli, una periferia del Cairo a circa 10 km dal centro della città.

La Città del 6 Ottobre, sul lato sinistro dell’immagine, è una nuova città edificata nel deserto. Ospita studenti di varie nazionalità, oltrechè egiziani, provenienti da università private della nazione.

Nell’immagine sono anche riconoscibili al Cairo vari campi da golf, così come l’Aeroporto Internazionale (parzialmente visibile  in alto a destra).

Sentinel-2A si trova in orbita dal 23 Giugno scorso. Si tratta di una missione per l’acquisizione di immagini multispettrali ad alta risoluzione per il monitoraggio del territorio, in particolare immagini delle coperture vegetali, del suolo, dei bacini idrici, dei corsi fluviali e delle aree costiere.


---


Nile Delta Fertility

This image from Sentinel-2A on 13 August features Cairo, in Egypt (view/download in Hi-Res).

The capital of Egypt, Cairo is one of the largest cities in Africa. It has existed for over 1000 years on the same spot on the Nile River banks. Located in the northeastern part of the country, Cairo is the passage to the Nile delta.

The Nile River is the father of African rivers and the longest river in the world. With a length of some 6650 km, it rises south of the equator and flows northwards through northeastern Africa, draining into the Mediterranean Sea.

The river is the cause of the strong contrasts we see in the image. The river’s fertility allowed the Egyptians to thrive despite the arid surrounding desert. It has always delivered the necessary water to transform the desert into a lush garden, where produce such as tomatoes, potatoes, sugar cane, rice and even cotton are grown. The Nile Delta, in fact, ranks among the world’s most fertile farming areas.

The sharp borderline between green fields and the yellow–brown desert is clear. Notice how the area is greener on the west side – the terrain is flatter, so more easily irrigated than the higher terrain to the east.

The city of Cairo shows striking contrasts. Along the well-irrigated shoreline, the green reveals the thick vegetation, while the grey areas denote the dense city. In the older areas to the east, however, beneath the foothills of the Eastern Desert and the rocky Muqa??am Hills, brown and ochre are the dominant colours.

The city continuously mixes ancient and new. The Pyramids of Giza, erected on a rocky plateau on the west bank of the Nile, stand at the southwestern edge of the city, while the world’s oldest surviving obelisk in the northeast marks the site of Heliopolis, a suburb of Cairo some 10 km from the city centre.

The 6th of October City, on the left side of the image, is a new city in the desert. It hosts students from various countries, as well as from Egypt, who study at its private universities.

Cairo’s various golf courses are also featured in this image, as well as the international airport, partly visible on the top right.

Sentinel 2-A has been in orbit since 23 June, and is a multispectral high-resolution imaging mission for land monitoring, to provide imagery of vegetation, soil and water cover, inland waterways and coastal areas.

( Fonte: ESA - Image of the week: "Nile Delta Fertility" )



Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Vedi anche

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps