Hydrometra: nuovo drone marino per rilievi geofisici e batimetrici

Stampa

Presentato durante l'ultima edizione di Dronitaly, la principale fiera italiana sui droni civili, gli Unmanned Vehicle System (UVS) lo scorso 25 e 26 Settembre a Milano il drone marino Hydrometra, adatto a rilievi batimetrici, mappature, monitoraggi ambientali di strutture semisommerse.

Il drone è stato ideato dalla Int.Geo.Mod. srl, ex spin off dell’Università di Perugia e messo a punto da Syralab Robotics, azienda ternana specializzata in droni aerei e già costruttrice del drone marino Galileo progettato per il monitoraggio ambientale del lago Trasimeno.

HYDROMETRA è un drone marino USV di piccole dimensioni (1,6x1,25 m) e basso pescaggio (35 cm), creato per l’esecuzione di rilievi sonici e morfobatimetrici in aree marine e lacustri con ridottissime profondità, normalmente non raggiungibili da mezzi convenzionali. Il drone ha un sistema di navigazione autonomo con percorsi preordinati: il software di gestione della navigazione controlla assetto, rotta e punto nave, grazie al sistema di propulsione differenziale a doppia elica. A massima risoluzione il mezzo può coprire una superficie del fondale pari ad 1 kmq in 8h. La profondità di esercizio parte da soli 50 cm e può spingersi anche oltre i 100 m. L’equipaggiamento standard a bordo prevede un Single Beam (SBES), un Side Scan Sonar (SSS) con tecnologia CHIRP e sistema di rilevamento ECHO e DOWNVISION. A questo si aggiungono telecamere subacquee IR e di superficie.

A solo un mese dalla sua costruzione Hydrometra ha partecipato alla prima campagna di ricerca archeo-geofisica con mezzi USV, commissionata dalla Soprintendenza del Mare della Regione Sicilia e coadiuvata dal Gruppo Sommozzatori della Guarda di Finanza e dalla Thesaurus Service snc di Nicosia, presso le acque dello Stagnone di Marsala e l’isola di Mozia.

Sebbene l’area di indagine sia già nota per l’insediamento punico presente sull’isola, per i numerosi relitti marini rinvenuti (guarda la gallery fotografica su facebook) e per la strada lastricata sottomarina che univa anticamente l’isola con la terraferma, i rilievi connessi alla sperimentazione del prototipo hanno permesso di ottenere informazioni importanti sulla presenza di strutture sommerse mai rinvenute.
All’archeologia ma non solo è rivolto l’utilizzo di Hydrometra. I numerosi campi applicativi spaziano tra geologia tecnica, biologia, oceanografia, botanica e ittiologia. Ecco alcuni dei servizi che HYDROMETRA è capace di soddisfare:

-Mappe e Sezioni Soniche del fondale;
-Sezioni Echo, che permettono di valutare la natura del fondale;
-Realizzazione di mappe 3d del fondale;
-Realizzazione mappe delle biocenosi (benthos sessile e necton);
-Mappatura della presenza di relitti, manufatti ed evidenze archeologiche;
-Monitoraggi ambientali;
-Mappa termica della superficie del bacino;
-Analisi periodica degli interramenti (bacini idrici interni, porti, sbarramenti);
-Verifica della navigabilità (canali, fiumi navigabili, porti);
-Valutazione e monitoraggio strutturale di grandi infrastrutture presso l’interfaccia acqua-aria (dighe, piattaforme, strutture semisommerse);
-Realizzazione di reportage;

Per informazioni visitate www.intgeomod.com o scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

(Fonte: Int.Geo.Mod)



Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche