Harris
3D Target
Cratere Manicouagan

ESA - Immagine della settimana: Il Cratere Manicouagan (1 Novembre 2015)

Proponiamo questa settimana ai nostri lettori  un’immagine a falsi colori acquisita dal satellite Sentinel-1A il 21 Marzo scorso e che mostra il Cratere  Manicouagan (guardala/scaricala in alta risoluzione).

Questo cratere si trova in Quebec (Canada) ed è stato originato dall’impatto di un asteroide avvenuto circa 214 milioni di anni fa: è noto per essere uno dei più antichi e più grandi crateri da impatto esistenti sul nostro pianeta.

Gli scienziati ritengono che al processo di erosione che ha caratterizzato la storia del cratere abbiano sensibilmente contribuito i ghiacciai.

La sua struttura concentrica è dovuta all’effetto delle onde d’urto generate al momento dell’impatto. Il suo aspetto ricorda gli anelli che si formano quando un sassolino viene gettato in uno specchio d’acqua. Essendo così grande e riconoscibile, il cratere può essere facilmente individuato dallo spazio.

La sua struttura ad anelli multipli ha complessivamente un diametro di circa 100 km, mentre l’anello più interno – quello maggiormente prominente – misura un diametro di 70 km.

Il lago Manicouagan, a forma di anello, si estende per oltre 550 km dalla sorgente del suo più lungo fiume immissario.

L’immagine è stata acquisita da Sentinel-1A illuminando lo scenario con impulsi radar in polarizzazione sia verticale che orizzontale, motivo per il quale l’immagine è composita a colori artificiali.

Colori diversi mettono in evidenza  diversità nella copertura del suolo. Le differenti tonalità di uno stesso colore indicano differenze nelle caratteristiche del terreno. Per cui, mentre le tonalità blu indicano superfici di ghiaccio o di acqua, le tonalità giallo ed arancione  denotano l’invecchiamento di vegetazioni di tipi differenti, mescolate con  presenze di ghiaccio ed acqua.

Il satellite Sentinel-1A è stato immesso in orbita il 3 Aprile 2014 su un’orbita polare. Si tratta di una missione orientata all’acquisizione di immagini radar per servizi sul territorio e sugli oceani ed è in grado di operare  in ogni condizione meteorologica, sia di notte che di giorno.


---

Manicouagan Crater

This false-colour image featuring the Manicouagan Crater was captured by the Sentinel-1A satellite on 21 March (view/download in Hi-Res).

Carved out by an asteroid strike some 214 million years ago, this crater in Quebec, Canada is known to be one of the oldest and largest impact craters on the planet. Experts believe that glaciers have since played a large part in its erosion.

Its concentric structure results from the shock waves transmitted by the impact. These somewhat resemble the rings that form when a pebble is dropped into water. So big and distinct, the crater can easily be observed from space.

The multiple-ring structure is some 100 km across, with the 70 km-diameter inner ring its most prominent feature.

The annular Manicouagan Reservoir lake stretches more than 550 km from the source of its longest headstream.

This image was taken by Sentinel-1A, illuminating the landscape with horizontal and vertical radar pulses, from which the artificial colour composite was generated.

Diverse colours highlight variations of land cover. The varying tones of the same colour represent a difference in the land’s condition. Hence, while the blue tones represent bodies of ice and some water, the yellow and orange tones denote ageing vegetation of different types, mixed with patches of snow and ice.

Sentinel-1A satellite has been in orbit since 3 April 2014. It is a polar-orbiting, all-weather, day-and-night radar imaging mission for land and ocean services.


( Fonte: ESA - Image of the week: "Manicouagan Crater" )


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche

VidaLaser

Naviga per temi

trasporti territorio geodesia interferometria ortofoto stazione totale fotogrammetria aerofotogrammetria osservazionedella terra uso del suolo rilievo 3d Stonex GNSS geolocalizzazione geoportale informazione geografica progettazione reti tecnologiche meteorologia sentinel arcgis GTER realtà virtuale apr FOIF energia open source top cosmo skymed pianificazione ISPRA big data dati geografici hexagon rndt smart city webGIS osservazione dell'universo digital geography rilievo drone sar misurazione Epsilon Italia open geo data asi beni culturali copernicus spazio cnr ict planetek formazione realta aumentata 3D Harris autodesk ricevitori laser scanner protezione civile infrastrutture utility terremoto slam leica geosystems geologia dati asita mappe terrelogiche internet of things storytelling servizi codevintec vidalaser openstreetmap agricoltura Toponomastica mobile mapping remote sensing terra e spazio droni smartphone urbanistica INSPIRE osservazione della terra geofisica app monitoraggio ambiente teorema cantiere esa topcon scansione 3D telerilevamento ingv oceanografia mare esri italia autocad geospatial 3DTarget catasto tecnologia microgeo archeologia termografia dissesto idrogeologico sicurezza BIM gestione emergenze modellazione 3d trimble CAD geomax qgis monitoraggio satelitare lidar coste GIS galileo dati geospaziali intelligenza artificiale in cantiere gps sensore cartografia metadati esri faro geomatica uav rischio scienze della terra posizionamento satellitare nuvole di punti mobilita INTERGEO Digital Twins satelliti tecnologie avanzate sinergis leica catasto europeo technologyforall topografia open data smart mobility flytop
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis
intergeo

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy