ISPRA presenta la storia geologica di Roma e la sua evoluzione attraverso le mappe

Stampa

ISPRA parteciperà alla conferenza alla XIX Conferenza ASITA 2015, dal 29 Settembre al 1 ottobre 2015, presso il Polo di Lecco del Politecnico di Milano. Nel corso della Conferenza ISPRA presenterà nella sessione 5 (Principi ed evoluzione della cartografia: dalla cartografia storica al 2.0) una comunicazione dal titolo “La geologia di Roma (1820-2008): l'evoluzione della conoscenza geologica attraverso le mappe storiche della città”.

La cartografia storica rappresenta un punto di osservazione privilegiato per l’analisi del territorio urbano e per comprendere la sua evoluzione nel tempo. Questo concetto è particolarmente valido per l’area urbana di Roma, per la quale l’analisi della cartografia storica contribuisce alla comprensione dellla trasformazione del paesaggio.

La divulgazione dell’informazione scientifica contenuta in questa tipologia di documenti è considerato un obiettivo di particolare rilevanza, che di pari passo con l’evoluzione tecnologica, tende a sfruttare e considerare le potenzialità offerte dalle applicazioni Web attraverso, ad esempio, le Story Maps. Queste sono potenti strumenti di comunicazione e consultazione geografica che, attraverso un catalogo di mappe georiferite, consentono di conoscere il territorio ed apprezzare l’evoluzione scientifico-culturale delle Scienze geologiche. Il materiale utilizzato appartiene alla collezione storica della Biblioteca dell’ISPRA che ha ereditato il patrimonio cartografico del Servizio Geologico d’Italia.
Link del congresso: http://www.asita.it/conferenza/2015/

(Fonte: ISPRA)

Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche