Gestione integrata delle coste con dati satellitari e modelli di valutazione rischio frane

Stampa

Il 10 aprile a Cosenza saranno presentate e messe a confronto esperienze multidisciplinari maturate in contesti geografici diversi sul tema della gestione integrata di zone costiera. ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) illustrerà i dati Copernicus a supporto del monitoraggio del consumo di suolo in ambito costiero ed un modello per la valutazione del rischio frane in ambito costiero, entrambi applicati nelle aree pilota di Liguria e Toscana del progetto LIFE+IMAGINE.

UNICAL presenterà modelli per la Gestione Integrata della Erosione Costiera in Calabria, aspetti di gestione sostenibile della acque in ambito costiero e tecniche e metodi di valutazione della pianificazione territoriale in ambito costiero.

Scarica la locandina.

Il progetto LIFE+IMAGINE è un progetto co-finanziato dal Programma LIFE+ Politica e Governance Ambientale nell’ambito dell’obiettivo “approcci strategici” e coordinato da GISIG. Il progetto riguarda la gestione integrata delle zone costiere e l’attuazione delle politiche ambientali di settore, fornendo informazioni di supporto ai processi decisionali, con riferimento a due scenari applicativi: frane in zone costiere e consumo di suolo in zone costiere. LIFE+IMAGINE realizza un’infrastruttura basata su servizi web per l’analisi ambientale, che integra nella propria architettura le specifiche INSPIRE, le raccomandazioni SEIS e i prodotti Copernicus. Epsilon Italia è responsabile delle attività relative alla trasformazione e validazione di dataset e metadati rispetto a INSPIRE.

(Fonte: Epsilon Italia)


Copia qui lo "short link" a questo articolo
www.geoforall.it/

 

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Vedi anche