itzh-CNenfrdeptrues
Harris
3D Target

Osservare l'Everest tramite la webcam EvK2Cnr

Webcam-Everest-ore-7

La Spedizione SHARE Everest 2011 del Comitato EvK2Cnr ha installato una nuova webcam sull'Everest, sulla cima di Kala Patthar, a 5.600 metri di quota.

Si tratta della prima telecamera posta sulle vicinanze della montagna più alta del mondo, sul terrazzo panoramico che offre la miglior visuale sulla vetta che da questo momento chiunque potrà guardare in diretta dal proprio pc, con immagini ad alta risoluzione ed in tempo reale.

 

Per osservare l'Everest tramite la webcam EvK2Cnr basta visitare il sito:
http://www.evk2cnr.org/WebCams/PyramidOne/current.jpg

 

L'immagine che apparirà presenta due picchi inconfondibili: a destra la cima dell'Everest, 8.848 metri di quota, e a sinistra il Lhotse, 8.513 metri, la terza montagna più alta del mondo. L'immagine viene aggiornata ogni pochi minuti ed è possibile osservare anche i movimenti delle nubi attorno alle montagne.

Attenzione vi capiterà spesso di vedere una immagine grigia e apparentemente vuota, non è un malfunzionamento, semplicemente nuvole.

L'installazione della webcam è stata curata dai tecnici del Comitato EvK2Cnr, coordinati da Giampietro Verza, che così commenta: "Stavamo lavorando a questa operazione da mesi, con difficoltà di connettività per superare le quali abbiamo dovuto attivare più ponti e ripetitori da Kala Patthar al Laboratorio Piramide. Le abbiamo risolte grazie a giorni di montaggi di quadri e test, nonostante il brutto tempo e i virus: un bel lavoro di gruppo con il nostro staff nepalese, che ha lavorato con passione, conscio di fare una cosa importante per il loro paese".
La webcam, oltre che la più alta al mondo, è la più vicina all'Everest: appena 11 Km, contro gli oltre 30 km di quella installata in passato a Syangboche. “Dati e immagini raccolti vengono trasmessi al Laboratorio Osservatorio Piramide del Comitato EvK2Cnr, a 5.050 metri di quota nella valle del Khumbu, da dove tutto viene poi inviato in Italia, all'Isac-Cnr di Bologna.
L'installazione rientra nell'ambito della spedizione Share Everest 2011, promossa dal Comitato EvK2Cnr sotto l'egida del Miur per ripristinare la stazione meteorologica più alta del mondo sugli 8.000 metri del Colle Sud dell'Everest. Tale operazione avverrà nelle prossime settimane a cura degli alpinisti Daniele Nardi e Daniele Bernasconi, che al momento si stanno acclimatando in alta quota.

Di seguito una delle immagini che è possibile ammirare:

everest

Fonte (CNR)

la Spedizione SHARE Everest 2011 del Comitato EvK2Cnr ha installato
una nuova webcam sull'Everest, sulla cima di Kala Patthar, a 5.600
metri di quota. Si tratta della prima telecamera posta sulle vicinanze
della montagna più alta del mondo, sul terrazzo panoramico che offre
la miglior visuale sulla vetta che da questo momento chiunque potrà
guardare in diretta dal proprio pc, con immagini ad alta risoluzione
ed in tempo reale. Per osservare l'Everest tramite la webcam EvK2Cnr
basta visitare il sito:
http://www.evk2cnr.org/WebCams/PyramidOne/current.jpg
.

L'immagine che apparirà presenta due picchi inconfondibili: a destra
la cima dell'Everest, 8.848 metri di quota, e a sinistra il Lhotse,
8.513 metri, la terza montagna più alta del mondo. L'immagine viene
aggiornata ogni pochi minuti ed è possibile osservare anche i
movimenti delle nubi attorno alle montagne.
L'installazione della webcam è stata curata dai tecnici del Comitato
EvK2Cnr, coordinati da Giampietro Verza, che così commenta: "Stavamo
lavorando a questa operazione da mesi, con difficoltà di connettività
per superare le quali abbiamo dovuto attivare più ponti e ripetitori
da Kala Patthar al Laboratorio Piramide. Le abbiamo risolte grazie a
giorni di montaggi di quadri e test, nonostante il brutto tempo e i
virus: un bel lavoro di gruppo con il nostro staff nepalese, che ha
lavorato con passione, conscio di fare una cosa importante per il loro
paese".
La webcam, oltre che la più alta al mondo, è la più vicina
all'Everest: appena 11 Km, contro gli oltre 30 km di quella installata
in passato a Syangboche. “Dati e immagini raccolti vengono trasmessi al
Laboratorio Osservatorio Piramide del Comitato EvK2Cnr, a 5.050 metri
di quota nella valle del Khumbu, da dove tutto viene poi inviato in
Italia, all'Isac-Cnr di Bologna.
L'installazione rientra nell'ambito della spedizione Share Everest
2011, promossa dal Comitato EvK2Cnr sotto l'egida del Miur per
ripristinare la stazione meteorologica più alta del mondo sugli 8.000
metri del Colle Sud dell'Everest. Tale operazione avverrà nelle
prossime settimane a cura degli alpinisti Daniele Nardi e Daniele
Bernasconi, che al momento si stanno acclimatando in alta quota.
Per i giornalisti interessati, segnaliamo che è possibile realizzare
collegamenti telefonici e radio con il Laboratorio Piramide, dove sono
presenti Agostino Da Polenza, presidente del Comitato Evk2Cnr, e
Giampietro Verza, responsabile tecnico del Comitato.
Per informazioni, contattare l'addetto stampa di Ev-K2-Cnr, Francesca
Steffanoni, cell. 339/8179425, 335/7320069.
Resto comunque a disposizione anche personalmente, cordiali saluti e
buon lavoro


----------------------------------
marco ferrazzoli
capo ufficio stampa
consiglio nazionale delle ricerche
piazzale aldo moro, 7 - 00185 roma
tel. 06/49933383 cell. 333/2796719
fax 06/49933074
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.stampa.cnr.it
www.almanacco.cnr.it

Sostieni la rivista GEOmedia ed il sito GEOforALL.it  
Da sempre abbiamo affermato la valenza pratica delle tecnologie e della ricerca applicata al Territorio e all'Ambiente, strumento aperto di informazione e di conoscenza alla portata della curiosità. Il nostro lavoro è solo avviato dal sostegno dei produttori di tecnologie, dei professionisti, degli enti e dei lettori abbonati che sono orientati al campo d'interesse e diffusione, variabile quanto imprevedibile.
La scelta  dell'Open Access Digitale gratuito è stata ed è il sostegno di una tecnologia dirompente, corollario indispensabile di decodificazione della difficoltà e novità di linguaggio, al cui fianco la memoria della stampa cartacea su abbonamento non prescinde dal piacere della lettura tradizionale, che è per definizione insito nell'informazione, perché sia tale.
Senza il vostro acquisto dovremo presto convertire un prodotto per noi insostituibile.
Abbonatevi CLICCANDO QUI 
 


 

Reach RS2
DJI
VidaLaser

Naviga per temi

sensore cnr Bentley modellazione 3d dati geografici dati droni mare meteorologia telespazio arcgis codevintec eGEOS ict qgis pianificazione osservazione della terra mappe GNSS 3D BIM autonomous vehicle esa in cantiere rilievo 3d INSPIRE terrelogiche lidar 3DTarget storytelling scansione 3D Toponomastica trasporti terremoto geoportale interferometria Harris agricoltura geospatial geomatica autodesk open source esri autocad rischio tecnologie avanzate technologyforall openstreetmap app cartografia ambiente aerofotogrammetria top catasto europeo slam monitoraggio sentinel urbanistica energia INTERGEO hexagon Epsilon Italia oceanografia geomax open data copernicus sicurezza cantiere geodesia infrastrutture terremoti geologia geolocalizzazione topcon monitoraggio satelitare sar planetek drone asita gps ISPRA beni culturali laser scanner archeologia big data topografia GTER GIS gestione emergenze coste galileo microgeo territorio faro smartphone open geo data mobile mapping rilievo asi uav cosmo skymed CAD smart mobility leica terra e spazio metadati misurazione satelliti tecnologia ricevitori stazione totale realtà virtuale fotogrammetria remote sensing internet of things protezione civile trimble spazio uso del suolo Stonex geofisica webGIS teorema intelligenza artificiale smart city apr catasto FOIF termografia ortofoto digital geography realta aumentata mobilita leica geosystems esri italia rndt progettazione osservazione dell'universo telerilevamento scienze della terra formazione posizionamento satellitare dissesto idrogeologico sinergis nuvole di punti ingv servizi utility flytop reti tecnologiche
Planetek ImageryPack
GIS g3w suite Qgis

Iscriviti alla Newsletter

Rimani aggiornato e registrati per ricevere la nostra newsletter!

Login redazione

Disclaimer

I contenuti redazionali di questo sito (articoli, editoriali, redazionali, video e podcast) sono soggetti ai seguenti Termini di utilizzo
Redazione MediaGEO soc. coop. Via Palestro, 95 00185 Roma. Testata telematica con reg. al Tribunale di Roma n° 231/2009 del 26-6-2009. 

mediaGEO LOGONEW transp80x276

mediaGEO soc. coop.
Via Palestro, 95 - 00185 Roma
Tel. +39 06.64.87.12.09   
Fax +39 06.62.20.95.10
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

markerTrovaci su Google Maps

internazionalizzazione

mediaGEO ha ricevuto supporto finanziario dalla Regione Lazio per il progetto di Internazionalizzazione relativo al POR - FESR 2014 2020 - clicca qui per i dettagli

geomediaonline

Redazione mediaGEO soc. coop. - Via Palestro 95 00185 Roma - P.I: 11534171001 - Tel. +39 06 64871209 - info@mediageo.it  - Termini di utilizzo - Privacy policy